mercoledì 18 gennaio | 02:43
pubblicato il 08/ott/2013 16:53

Pensioni: Damiano (Pd), bene Giovannini ma non sufficiente

Pensioni: Damiano (Pd), bene Giovannini ma non sufficiente

(ASCA) - Roma, 8 ott - ''L'audizione con il Ministro Giovannini sul tema delle pensioni ha consentito di fare qualche passo avanti, anche se non sufficiente''. Lo afferma Cesare Damiano (Pd), presidente della commissione Lavoro della Camera.

''Abbiamo apprezzato il fatto - spiega Damiano - che il Governo intenda salvaguardare anche i familiari dei disabili e che verra' risolto il problema dei lavoratori impegnati in iniziative di alto profilo sociale, come i donatori di sangue.

Tutto questo si tradurra' in un emendamento del Governo, con le relative coperture, che verra' inserito nella conversione del decreto legge su Imu, cassa integrazione ed esodati.

Riteniamo inoltre importante che il Ministro abbia confermato che il ripristino della indicizzazione delle pensioni fino a sei volte il minimo, che il Pd aveva conquistato nella precedente legislatura, venga confermata e che il blocco riguardi esclusivamente la fascia superiore a tale soglia''.

''Queste disponibilita' non sono pero' sufficienti - prosegue Damiano - se vogliamo apportare significative correzioni al sistema pensionistico ed eliminare l'ingiustizia sociale rappresentata dai cosiddetti esodati e dall'assenza di gradualita' nella riforma. Noi continuiamo a pensare che la legge Fornero sia recessiva - sottolinea - perche' crea un'incertezza sul futuro e scoraggia la propensione al consumo dei redditi medio bassi; che allarghi la platea dei nuovi poveri, ovvero di coloro che rimangono per molti anni senza lavoro, tutele sociali e pensione; che blocchi l'accesso dei giovani al lavoro, a causa del brusco innalzamento dell'eta' pensionabile a 67 anni''.

''Il Pd continuera' a battersi - aggiunge Damiano - affinche' nella legge di Stabilita' sia definitivamente risolto il problema dei cosiddetti esodati e venga introdotto un criterio di flessibilita' nel sistema previdenziale. Il Governo deve dirci, se il tema delle pensioni e' tra le sue priorita' come affermato dal Premier Letta, quanti miliardi di euro intende stanziare per affrontare una questione di grande rilevanza sociale che coinvolge centinaia di migliaia di famiglie italiane''.

com-ceg/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa