martedì 21 febbraio | 22:41
pubblicato il 27/giu/2014 12:00

Pedofilia,Vaticano condanna mons. Wesolowski allo stato laicale

Santa Sede certifica: "è un caso grave, arresto ora è possibile"

Pedofilia,Vaticano condanna mons. Wesolowski allo stato laicale

Città del Vaticano, 27 giu. (askanews) - L'ex Nunzio apostolico nella Repubblica Dominicana, J zef Wesolowski, accsuato di abusi sessuali pedofili, è stato condannato in primo grado dalla Congregazione per la Dottrina della Fede (l'ex Sant'Uffizio) alla dimissione dallo stato clericale e potrebbe essere arrestato. Il Nunzio ha due mesi di tempo per proporre eventuale appello. Il procedimento penale presso gli organi giudiziari vaticani proseguirà non appena sarà definitiva la sentenza canonica. Lo ha comunicato la Santa Sede, sottolineando che "finora mons.Wesolowski ha usufruito di una relativa libertà di movimento in attesa che la Congregazione per la Dottrina della Fede procedesse a verificare il fondamento delle accuse mosse a suo carico" mentre ora "tenuto conto della sentenza pronunciata saranno adottati nei confronti dell'ex Nunzio tutti i provvedimenti adeguati alla gravità del caso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Campidoglio
Grillo: ammetto le colpe a Roma, ma andiamo avanti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia