giovedì 08 dicembre | 09:23
pubblicato il 04/giu/2013 12:00

Pedofilia/ Papa incoraggia centro per protezione dell'infanzia

Gesuita Zollner a messa mattutina: Ci ha detto di andare avanti

Pedofilia/ Papa incoraggia centro per protezione dell'infanzia

Città del Vaticano, 4 giu. (askanews) - Alla messa mattutina di Papa Francesco alla Casa Santa Marta hanno preso parte, stamani, anche i rappresentanti di alcuni Paesi del 'Committee for the protection of children and young people' e padre Hans Zollner, responsabile del Centro per la protezione dell'Infanzia dell'Università Gregoriana, accompagnato da alcuni suoi collaboratori. "Dopo la messa - afferma il gesuita tedesco in un'intervista aalla 'Radio vaticana' - abbiamo avuto l'occasione di salutare il Papa: eravamo in tre del Centro per la protezione dei minori della Gregoriana. Abbiamo presentato brevemente il progetto al Papa. Con me c'erano il nostro rappresentante per la Polonia; e la persona che lavora qui con me anche per lo sviluppo delle unità di apprendimento canoniche e teologiche per questo programma a distanza che vogliamo distribuire in tutto il mondo e che vogliamo promuovere. Il Papa ha ascoltato molto attentamente e più di due-tre volte ha sottolineato che è un lavoro importante e che - cito - 'dobbiamo andare avanti con questo impegno'". Andare avanti nella linea voluta da Papa Benedetto? "Senz'altro e questo era anche il messaggio che il Papa stesso aveva già indicato un mese fa, durante un Angelus - era il 5 maggio - invitandoci a lavorare per il bene dei più vulnerabili, dei minori. Questo è certamente nella linea di Papa Benedetto, al quale - quattro mesi fa - abbiamo potuto consegnare i nostri atti del Simposio, che abbiamo celebrato alla Gregoriana nel febbraio del 2012, radunando i rappresentanti delle Conferenze episcopali di tutto il mondo per parlare proprio del prevenire il male nei confronti dei minori". Papa Francesco, proprio nell'omelia di oggi, ha messo in guardia dal linguaggio dell'ipocrisia. "Con coraggio e certamente con questo sforzo di credibilità!", commenta padre Zollner. "Ha richiamato la mia attenzione il fatto che - più di una volta nell'omelia - il Papa abbia menzionato che dobbiamo parlare come un bambino, dobbiamo comportarci come un bambino: certamente riferendosi al fatto che Gesù stesso ci parla dell'esempio dei bambini, i cui angeli stanno davanti al Signore e sono i privilegiati del Regno di Dio. Richiamare dunque la purezza e l'autenticità, la non ipocrisia di un bambino, ci richiama anche alla nostra sfida di vivere il nostro essere cristiani e il nostro essere testimoni di Gesù con autenticità e credibilità". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni