sabato 21 gennaio | 19:26
pubblicato il 20/nov/2011 11:01

Pdl/Berlusconi: Alfano prossimo candidato premier dopo primarie

Casa comune con Casini alleati a Bossi, senza recuperare con Fini

Pdl/Berlusconi: Alfano  prossimo candidato premier dopo primarie

Roma, 20 nov. (askanews) - Il candidato premier del Pdl alle prossime elezioni politiche "sarà scelto attraverso le primarie fra i nostri iscritti che sono già un milione e duecento mila" ma "ho la ragionevole convinzione che a vincere sarà Angelino Alfano che ha tutte le qualità per essere un ottimo candidato Presidente del Consiglio". L'ex Premier Silvio Berlusconi, tornato ormai a vestire a tempo pieni i panni di presidente del Pdl (..."lavorerò in Parlamento per assicurare la governabilità e nel partito per prepararlo a vincere le prossime elezioni"...) ha confermato che non intende affatto lasciare la vita politica. E ha prospettato una linea per il centrodestra nell'era Monti che vede tutt'altro che alle spalle il rapporto con Bossi e la Lega, nessuna Canossa con Gianfranco Fini e quanti come lui dal Pdl se ne sono andati, disponibilità senza calore verso Pier Ferdinando Casini. "Sono sicuro - ha sottolineato fra l'altro il Cavaliere in una lunga intervista domenicale al Corriere della Sera- che manterremo il rapporto stretto che c'è sempre stato fra noi e la Lega" che "è un nostro alleato solido e leale" così come "il Pdl è l'unico vero alleato su cui la Lega anche in futuro potrà contare". Di contro, "gli elettori moderati non dimenticheranno mai" quello che Berlusconi ha insistito nel definire "il 'peccato originale' di Fini". Perchè "la sua fuoriuscita dal Pdl che ha dato origine al deterioramento della nostra maggioranza scelta dagli elettori è stata scolpita in negativo nella storia politica italiana". Mentre diverso è il discorso con la componente e l'elettorato cattolico del Terzo polo, a partire da Udc e Pier Ferdinando Casini. "Ci sono leader politici - ha messo le mani avanti il Cav su quest'ultimo- che si occuopano dell'interesse generale e politici di professione che badano alla loro carriera". Detto questo, "a Casini abbiamo infinite volte offerto di recuperare un rapporto con il centrodestra in nome dei comuni valori e della comune appartenenza al Ppe". E "penso che in un clima politico meno avvelenato sian possibile ritrovare lo spazio per un dialogo che serva riportare tutti i moderati sotto un stesso tetto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Terremoti
Gentiloni: di fronte a terremoto Paese sia unito, non rissoso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4