martedì 06 dicembre | 12:11
pubblicato il 08/set/2011 09:31

Pdl/Alemanno a Alfano:Verifica subito con Lega,primarie per 2013

Forte appello dal Sindaco Roma: Confronto a 360 gradi per riforme

Pdl/Alemanno a Alfano:Verifica subito con Lega,primarie per 2013

Roma, 8 set. (askanews) - Il Sindaco Pdl di Roma Gianni Alemanno rivolge pubblicamente al sesgretario del suo partito Angelino Alfano "un pressante appello" affinchè da subito, all'indomani del primo sì parlamentare alla manovra, "apra una profonda verifica politica e programmatica del Pdl" che abbia come primo interlocutore la Lega e il perimetro dell' attuale centrodestra ma approdi anche "ad altri possibili interlocutori al di fuori della maggioranza" perchè "se il tema ora è quello delle riforme indispensabili al Paese abbiamo sempre detto tutti che non si fanno a maggioranza ristretta". "E' un passaggio decisivo - ha ammonito Alemanno all'indirizzo di Alfano, in una intervista al quotidiano romano 'il Messaggero'- che non può essere saltato. Bisogna trovare interlocutori ad ampio raggio, cominciando dalla attuale maggioranza, per mettersi d'accordo sull'agenda delle cose da fare necessarie al Paese". Ed "il Pdl che deve incaricarsi di aprire una fase nuova con un confronto serio". Perchè "ora bisogna fare proposte chiare per risanare l'Italia" , anche se "ci sono dei risultati elettorali che non si possono saltare a pari", ha detto il Sindaco di Roma Alemanno rispetto al Governo di larghe intese prospettato da Beppe Pisanu. Ed il primo chiarimento il Pdl dovrà averlo al più presto con Umberto Bossi e la Lega. "Va verificata la possibilità di un accordo vero e concreto sulle riforme perchè - ha affermato netto Alemanno - deve cessare la logica dei veti, durata fin troppo". Perchè "il Governo Berlusconi può andare avanti se c'è un'azione programmatica riformatrice seria" ed "è questa la prima profonda verifica che va fatta". In parallelo ad un'accelerazione sul processo di rinnovamento interno al partito iniziato con la nomina della segreteria Alfano e senza affatto rinunciare alle primarie per la premiership del centrodestra nel 2013, come invece il neo segretario è sembrato ladciato intendere indicando la ricandidatura di Berlusconi. "Il discorso - ha affermato Alemanno - e del tutto aperto" e "le primarie restano fondamentali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
All'Osservatorio Inaf di Roma l'Universo visto da Enrico Benaglia
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari