martedì 28 febbraio | 07:01
pubblicato il 30/mag/2011 18:43

Pdl travolto dal voto. Pd: via premier. Lega: governo non rischia

Berlusconi rinvia commenti.Fini:berlusocnismo archiviato comunque

Pdl travolto dal voto. Pd: via premier. Lega: governo non rischia

Roma, 30 mag. (askanews) - Pdl travolto dal risultato elettorale: Sandro Bondi, storico coordinatore del partito, rimette il suo mandato da coordinatore, mentre i quadri e la base chiedono il rinnovamento. Non solo: c'è già chi si appella alla Lega perché non stacchi la spina al Governo. Il Carroccio risponde subito che non lo farà, ma chiede il classico "colpo di frusta" all'esecutivo. CHi invece esulta per l'onda d'urto dei ballottaggi di oggi che, con la sconfitta a Milano e Napoli, ha colpito la maggioranza è l'opposizione, già pronta a scendere in piazza. E chiedere le dimissioni del premier. Ma Berlusconi non è tipo da 'mollare' tanto facilemente e, incontrando i cronisti a Bucarest, dove si trova in viaggio di stato, ha rimandato il confronto a dopo aver visto i risultati elettorali completi. In realtà, l'attesa era, più che per la lettura dei tabulati, per il confronto con la Lega, che già dopo il primo turno aveva imputato al Pdl la debacle, soprattutto milanese. Dal Carroccio, però, devono essere arrivate rassicurazioni al premier, visto che da Bucarest, ovvero dal fianco di Berlusconi, il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha fatto sapere che l'esecutivo non è a rischio, anche se serve un "colpo di frusta" per " la ripresa dell'azione di governo" dopo la "sberla" del voto amministrativo. Intanto, dal Nazareno, il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, incalza il presidente del Consiglio, chiedendone le dimissioni. "Una nuova fase politica si apre con le dimissioni del governo e, dopo di essa, la strada maestra sono le elezioni. Noi però - ha detto, aprendo a un nuovo governo di larghe intese - siamo pronti a considerare percorsi per fare una nuova legge elettorale con la quale sarebbe meglio andare al voto". Anche il presidente della Camera, Gianfranco Fini, da Pesaro, ha sottolineato la sconfitta elettorale del suo ex alleato "è successo - ha detto parlando dei ballottaggi - quello che paventavo: non sono soddisfatto ma dico a Berlusconi che non può prendersela con nessun altro se non con sè stesso e i suoi cattivi consiglieri". Insomma, ha concluso Fini: "Anche se il governo non cade il berlusconismo è archiviato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech