mercoledì 22 febbraio | 05:47
pubblicato il 01/ott/2013 12:00

Pdl, trattative in extremis: ipotesi ok Letta bis e Alfano a Fi

Giro di incontri. Ma tra condizioni non retroattività Severino

Pdl, trattative in extremis: ipotesi ok Letta bis e Alfano a Fi

Roma, 1 ott. (askanews) - Il clima continua ad essere di forte tensione e la lettera che Silvio Berlusconi ha inviato a 'Tempi' in cui definisce Enrico Letta e Giorgio Napolitano "inaffidabili" non sembra né conciliante né scritta da qualcuno che è pronto a tornare sui suoi passi. Eppure le trattative continuano ad essere frenetiche e la girandola di incontri tra palazzo Grazioli e palazzo Chigi lo dimostra. Dopo il colloquio di tre ore avuto oggi a pranzo, infatti, Silvio Berlusconi e Angelino Alfano torneranno ad incontrarsi intorno alle 18. Secondo quanto viene riferito da fonti azzurre, sul piatto ci sarebbe un'ipotesi di mediazione per tentare di far rientrare il rischio scissione e la conseguente minaccia dei filo governativi di dare vita a nuovi gruppi. L'ipotesi sarebbe quella di dare il via libera a un Letta bis che si basi su pochi punti programmatici. Sarebbe previsto anche un rimpastino che dovrebbe coinvolgere proprio Angelino Alfano che lascerebbe l'esecutivo e tornerebbe a occuparsi del partito con un ruolo di vertice in Forza Italia. Tra le condizioni ci sarebbe quella di una apertura da parte del Pd sulla questione della non retroattività della legge Severino. Punto non indifferente e infatti è tutto da verificare l'interesse del premier Enrico Letta a favorire questo tipo di scenario. Lo stesso Berlusconi, tuttavia, sul punto non sarebbe disposto a cedere e, sebbene ripeta di voler difendere l'unità del partito, si sarebbe mostrato anche molto scettico sulla sopravvivenza di un esecutivo che possa basarsi su una pattuglia di transfughi. Nel frattempo, tuttavia, l'attuale segretario del Pdl è tornato a far sentire la sua voce chiedendo che tutto il partito "voti unito la fiducia". Non è forse un caso se, nel frattempo, altre fonti parlamentare abbiano rimesso in campo il nome di Marina facendo sapere che sarebbe pronta a impegnarsi contro i "traditori".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia