martedì 24 gennaio | 00:00
pubblicato il 03/ott/2012 16:20

Pdl nel caos, Alemanno non esclude dimissioni in pochi giorni

Scenario vagliato con i suoi. E vede colonnelli in Fondazione

Pdl nel caos, Alemanno non esclude dimissioni in pochi giorni

Roma, 3 ott. (askanews) - Acque agitate in casa Pdl. E' l'attivismo di Gianni Alemanno a far discutere, in ore complicate per l'intero partito. Si susseguono le riunioni. Ieri sera a cena si sono incontrati il sindaco di Roma e Ignazio La Russa, Maurizio Gasparri e Giorgia Meloni. Nulla di fatto e nuova riunione dei tre colonnelli che si è tenuta oggi - senza Meloni - nella sede della Fondazione di Alemanno. Ma c'è un elemento che potrebbe modificare il corso delle cose. Si tratta delle voci, che si rincorrono in queste ore tra il Campidoglio e Montecitorio, che descrivono Alemanno come a un passo dalle dimissioni da sindaco della Capitale. La tensione è altissima. L'ipotesi di accorpare il voto della Regione Lazio e del Comune è ancora realistica. Consentirebbe tra l'altro al primo cittadino capitolino di 'sganciarsi' da Roma e poter giocare la partita nazionale che le recenti dichiarazioni pubbliche lasciano presupporre. Tensioni con una fetta dei consiglieri Pdl al Comune e un partito fiaccato dagli scandali - assieme a passaggi importanti come il voto sul bilancio e sulle delibere sviluppo previste per fine ottobre - potrebbero far precipitare gli eventi. Ma non basta. Tutto potrebbe precipitare anche prima. Alemanno, raccontano fonti del Pdl, starebbe addirittura valutando la possibilità di sganciarsi prima, c'è chi dice entro pochi giorni. Questo avrebbe comunicato in queste ore ad alcuni dei suoi uomini più fidati. Per ora tutte le ipotesi sono sul tappeto. Di certo - riferiscono - nelle riunioni riservate Alemanno non esclude più questo scenario. Anche di questo si dovrebbe discutere a via dell'Umiltà oggi nelle riunioni preparatorie del vertice serale che si terrà a Palazzo Grazioli con Silvio Berlusconi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4