mercoledì 18 gennaio | 17:59
pubblicato il 22/gen/2013 12:00

Pdl/ Ira di Papa:Scelte pericolose da Berlusconi,non lo voto più

Aveva promesso ricandidatura non a me, ma a mia moglie e figlia

Pdl/ Ira di Papa:Scelte pericolose da Berlusconi,non lo voto più

Roma, 22 gen. (askanews) - "Berlusconi aveva promesso non a me, ma a mia moglie e mia figlia che sarei stato ricandidato in un momento particolarmente drammatico della mia vita. Queste scelte sul piano politico denotano una cultura giustizialista e sono fatte per un mero calcolo. Ammesso anche che questo sia vincente, sono comunque sempre pericolose, a maggior ragione quando sono frutto di una incoerenza. Ricordo che il Pdl nasce da Forza Italia e ha sempre posto al centro della sua battaglia il garantismo". Lo ha dichiarato Alfonso Papa esprimendo il suo rammarico per l'esclusione dalle liste del PDL nel corso dell'ultima puntata del programma televisivo "KlausCondicio", condotto da Klaus Davi e in onda su You Tube. Annunciando anche che non voterà più per il Pdl. "No, questo PDL assolutamente no. Rispetto alla percezione di un leader incidono anche i comportamenti delle persone", ha risposto. "Sia chiaro, non avrei mai accettato -ha detto ancora Papa- una ricandidatura risarcitoria. Quando ho visto il presidente e gli ho rappresentato la mia ferma battaglia per dare voce ai veri ultimi della società italiana, che sono migliaia e migliaia di persone che soffrono, lui mi aveva stimolato a portare avanti questa iniziativa. E' stato lui a chiedermi di continuarla. Le mie iniziative contro la carcerazione preventiva hanno mobilitato tutto il partito. E Berlusconi ha manifestato sempre interesse per le mie battaglie. Sul piano politico a questo punto la mia non ricandidatura è una liberazione rispetto a un partito che ha abbandonato i temi del garantismo e della riforma della giustizia. Sul piano umano mi è dispiaciuto che Berlusconi non si sia neanche degnato di farmi una telefonata". "Un leader politico - ha concluso Papa- deve assumersi in certi momenti delle responsabilità. E' evidente che gli spazi decisionali di Berlusconi siano ridotti, altrimenti dovremmo pensare che esista una assoluta incoerenza tra quello che egli rappresenta in tv e quello che fa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina