lunedì 20 febbraio | 17:05
pubblicato il 11/mag/2013 13:27

Pdl: Grillo, oggi marcetta Berlusconi su Brescia contro magistrati

Pdl: Grillo, oggi marcetta Berlusconi su Brescia contro magistrati

(ASCA) - Roma, 11 mag - ''Nel pomeriggio dell'11 maggio 2013, un condannato a quattro anni di evasione fiscale in secondo grado, fara' la sua marcetta su Brescia in piazza del Duomo contro la magistratura. I giudici hanno il torto di giudicarlo, per lui dovrebbero voltarsi dall'altra parte come il pdmenoelle o rimanere silenti come le statue di sale delle Istituzioni. Ma, purtroppo per Al Tappone, giudicare e' il loro mestiere e i tribunali della Repubblica non sono ancora stati privatizzati. Non un fiato da Capitan Findus Letta, non un sospiro dai vertici del pdmenoelle in nome della ''pacificazione''. Una parola usata per nascondere l'immondo mercimonio di un governo che rimane in piedi perche' sostenuto da un condannato per i suoi fini personali''. E' quanto scrive Beppe Grillo sul suo blog, in un post dal titolo ''La marcetta su Brescia''.

''Napolitano ha detto che ''Bisogna fermare la violenza verbale prima che si trasformi in eversione''. A Milano con l'occupazione del Palazzo di Giustizia da parte dei nominati da Berlusconi in Parlamento l'eversione e' gia' avvenuta.

Politici contro magistratura. Non ricordo un sussurro da parte del capo del Csm. Forse era distratto in nome della governabilita'. La ''violenza verbale'' e' consentita se a protezione dello statista Berlusconi che, magnanimo, mantiene in vita il governo'', aggiunge Grillo, secondo cui ''e' da vent'anni, da Tangentopoli, dalle stragi del '92-'93, che la magistratura supplisce in parte alla Fine della Politica avvenuta con la Seconda Repubblica. E' una fiamma sempre piu' debole, addomesticata da leggi ad castam, da un'informazione faziosa alla quale ogni diffamazione e' permessa, da un presunto realismo nel cui nome si e' persino giustificata la trattativa Stato-mafia. Per questo governo i magistrati sono un impiccio, un ostacolo alle Grandi Intese, colpevoli di mettere in discussione la pax sociale, irresponsabili. ''Lo Stato non puo' processare se' stesso'', diceva Leonardo Sciascia. E oggi Berlusconi e' lo Stato''.

red/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia