giovedì 23 febbraio | 00:14
pubblicato il 19/gen/2013 12:00

Pdl/ Conclave teso, Cav ora preme per linea dura su indagati

Potrebbe restare fuori Cosentino, non Formigoni e Verdini

Pdl/ Conclave teso, Cav ora preme per linea dura su indagati

Roma, 19 gen. (askanews) - Aria tesa a palazzo Grazioli dove, in un vertice ristrettissimo, si sta cercando di risolvere il rebus della compilazione delle liste. Tra i nodi, a creare maggiori attriti, è ancora quello sulla presenza dei cosiddetti 'impresentabili'. Secondo quanto viene riferito, infatti, starebbe emergendo la linea dura. Lo stesso Silvio Berlusconi, con un occhio anche ai sondaggi e alle indicazioni che sono arrivate nei giorni scorsi dalla fidata Ghisleri, si sarebbe convinto della necessità di varare liste quanto più 'pulite' possibile. Una linea che - sempre secondo quanto viene riferito - potrebbe anche fare 'vittime' illustri: oltre a Marcello Dell'Utri (ancora ieri sera il Cavaliere aveva spiegato che molto probabilmente non sarebbe stato candidato), a essere escluso potrebbe essere anche Nicola Cosentino. Una decisione che sarebbe in controtendenza con quanto emrso negli ultimi vertici in cui a predominare era stata la posizione di Denis Verdini, spesso in forte contrasto con il segretario, Angelino Alfano. Sempre secondo quanto viene riferito, la delicata pratica di contattare telefonicamente i candidati all'esclusione è stata affidata all'avvocato Niccolò Ghedini. Ma la riunione è ancora in corso e i capovolgimenti non possono essere esclusi: d'altra parte il campano Cosentino, e con lui anche Luigi Cesaro o Amedeo Laboccetta, sono considerati portatori di voti che potrebbero essere fondamentali, soprattutto per l'obiettivo di essere determinanti al Senato. Nonostante le pendenze giudiziarie, dovrebbe essere candidato a palazzo Madama in Lombardia, il Governatore uscente Roberto Formigoni. Nessun dubbio anche sull'inclusione di Denis Verdini. Annusata l'aria che tirava, e dopo un incontro di due giorni fa con Silvio Berlusconi andato sostanzialmente a vuoto, ha deciso di ritirarsi dalla corsa l'ex ministro Claudio Scajola: "Per la dignità mia e della mia famiglia - ha spiegato - non sopporto più esami da parte di alcuno sulla mia moralità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech