martedì 17 gennaio | 11:57
pubblicato il 19/gen/2013 12:00

Pdl/ Conclave teso, Cav ora preme per linea dura su indagati

Potrebbe restare fuori Cosentino, non Formigoni e Verdini

Pdl/ Conclave teso, Cav ora preme per linea dura su indagati

Roma, 19 gen. (askanews) - Aria tesa a palazzo Grazioli dove, in un vertice ristrettissimo, si sta cercando di risolvere il rebus della compilazione delle liste. Tra i nodi, a creare maggiori attriti, è ancora quello sulla presenza dei cosiddetti 'impresentabili'. Secondo quanto viene riferito, infatti, starebbe emergendo la linea dura. Lo stesso Silvio Berlusconi, con un occhio anche ai sondaggi e alle indicazioni che sono arrivate nei giorni scorsi dalla fidata Ghisleri, si sarebbe convinto della necessità di varare liste quanto più 'pulite' possibile. Una linea che - sempre secondo quanto viene riferito - potrebbe anche fare 'vittime' illustri: oltre a Marcello Dell'Utri (ancora ieri sera il Cavaliere aveva spiegato che molto probabilmente non sarebbe stato candidato), a essere escluso potrebbe essere anche Nicola Cosentino. Una decisione che sarebbe in controtendenza con quanto emrso negli ultimi vertici in cui a predominare era stata la posizione di Denis Verdini, spesso in forte contrasto con il segretario, Angelino Alfano. Sempre secondo quanto viene riferito, la delicata pratica di contattare telefonicamente i candidati all'esclusione è stata affidata all'avvocato Niccolò Ghedini. Ma la riunione è ancora in corso e i capovolgimenti non possono essere esclusi: d'altra parte il campano Cosentino, e con lui anche Luigi Cesaro o Amedeo Laboccetta, sono considerati portatori di voti che potrebbero essere fondamentali, soprattutto per l'obiettivo di essere determinanti al Senato. Nonostante le pendenze giudiziarie, dovrebbe essere candidato a palazzo Madama in Lombardia, il Governatore uscente Roberto Formigoni. Nessun dubbio anche sull'inclusione di Denis Verdini. Annusata l'aria che tirava, e dopo un incontro di due giorni fa con Silvio Berlusconi andato sostanzialmente a vuoto, ha deciso di ritirarsi dalla corsa l'ex ministro Claudio Scajola: "Per la dignità mia e della mia famiglia - ha spiegato - non sopporto più esami da parte di alcuno sulla mia moralità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ricerca, tartaruga gigante ultimo pasto di squalo del Mesozoico
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate