sabato 25 febbraio | 18:04
pubblicato il 07/nov/2013 10:10

Pdl: Cicchitto a Berlusconi, rischi di diventare prigioniero dei falchi

Pdl: Cicchitto a Berlusconi, rischi di diventare prigioniero dei falchi

(ASCA) - Roma, 7 nov - ''Caro Presidente, tu - e il PDL-Fi con te - rischi di diventare prigioniero dei ''falchi'' su una linea del tutto sbagliata, in alcuni casi frutto di estremismo, in altri di cinismo. Infatti qual e' lo sbocco politico di questa inusitata richiesta di crisi di governo, sia che essa avvenga sulla legge di stabilita', sia per la tua decadenza da senatore il 27 novembre in una situazione drammatica ma che si verificherebbe comunque poco tempo dopo per l'interdizione provocata da una sentenza?''. A chiederlo e' Fabrizio Cicchitto in una lettera aperta inviata a Silvio Berlusconi.

Due sarebbero gli effetti , ''entrambi rovinosi'', spiega: ''Se vi fossero elezioni pressoche' immediate, il PDL-Fi regalerebbe al PD la vittoria su un piatto d'argento, con Berlusconi impedito, Alfano attaccato ogni giorno dai falchi, Marina in odor di successione familiare e con poco tempo a disposizione per esser lanciata. Ma questa ipotesi di elezioni immediate e' largamente improbabile perche' il Presidente della Repubblica ha gia' detto che non fara' mai votare con questa legge elettorale. Rischieremmo un governo di scopo, senza di noi e contro di noi, che dovrebbe fare una nuova legge elettorale. Se tutto cio' non dovesse riuscire, il Presidente Napolitano ha gia' detto che si dimetterebbe.

Ci assumeremmo insomma la responsabilita' di una crisi di sistema, pur non essendone noi i principali colpevoli''. Per Cicchitto ''per le sue doti e la lealta' verso di te, per le sue potenzialita' politiche, una figura come Alfano se gia' non ci fosse, dovresti inventarla. Sarebbe poi interesse di tutti, sia del Paese che del centrodestra, avere un governo solido fino al 2015, assegnare a te un ruolo di leadership carismatica e di elaborazione politica e nel contempo far crescere anche un leader nuovo nel centro-destra che, a quella scadenza, possa confrontarsi in condizioni di parita' con il leader del centro-sinistra''.

Ora, conclude il parlamentare 'lealista' ''non serve proprio un Cn per uno scontro muscolare, ma un'aperta dialettica fra posizioni diverse''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Elezioni
Su data primarie M5s accusa: "Il Pd vuole pensioni d'oro"
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech