domenica 11 dicembre | 03:14
pubblicato il 25/set/2012 21:15

Pdl/ Cav promette rinnovamento.Ma tentazione Monti irrita ex An

Colonnelli si aggrappano Alfano. Per Lazio ipotesi voto novembre

Pdl/ Cav promette rinnovamento.Ma tentazione Monti irrita ex An

Roma, 25 set. (askanews) - Il Pdl non sarà allo sbando, ma la giornata vissuta oggi dai big del partito a via dell'Umiltà basta a descrivere un clima. Fin dal mattino è stato un rincorrersi di riunioni e durante uno di questi summit, riferiscono, sono volate parole grosse fra ex An ed ex FI. A innescare la miccia, i nodi della riforma della legge elettorale e il futuro del Pdl, anche nella prospettiva di un sostegno a Monti. Su nessuno di questi punti Berlusconi la pensa come i colonnelli di via della Scrofa. E il dissenso è reciproco. La tensione è altissima, nel partito. Le voci di scissioni si rincorrono da settimane e l'affaire Polverini ha complicato ancor di più la partita. Berlusconi non sembra intenzionato a fare le barricate per introdurre le preferenze - cavallo di battaglia degli aennini - nella legge elettorale. Ma il Cav sembra soprattutto nuovamente tentato dall'idea di 'investire' direttamente Monti in vista del 2013. In fondo, anche oggi ha accennato alla possibilità di un bis: "Monti? Per essere candidato occorre innanzittutto volersi candidare. Aspettiamo e vedremo". Benzina sul fuoco, per gli ex An, che temono di restare emerginati con un Monti bis. Proprio loro, gli ex Alleanza nazionale, guardano con preoccupazione anche a un'eventuale scissione pilotata, intravedendo il rischio di una 'trappola' politica che mira a renderli residuali. E infatti, il messaggio recapitato oggi ad Alfano mostra il tentativo di restare aggrappati all'esistente: noi siamo con te, rilancia il partito sfruttando il disastro del Lazio, ha affermato pubblicamente La Russa. Certo, i continui stop and go di Berlusconi rischiano di far perdere i nervi all'intera classe dirigente del partito. Ancora incerto sul futuro, l'ex premier ha rispolverato anche oggi alcune parole d'ordine che lascerebbero trasparire l'intenzione di mettere mano al partito: occorre un "forte rinnovamento" e un "risanamento senza incertezze" della politica, inseguendo "lo spirito del '94". Per farlo, il Cavaliere propone riforme radicali sul meccanismo di finanziamento dei partiti, chiedendone l'abrogazione. Ma la valanga laziale sembra appena iniziata. Molti altri Consigli regionali traballano (dalla Campania alla Calabria fino alla Lombardia). Nuove rivelazioni, dicono i rumors di Montecitorio, potrebbero segnare le cronache dei prossimi giorni, a partire proprio dal caso Lazio. Proprio la Regione amministrata fino a ieri da Polverini è al centro in queste ore di una complicata partita sotterranea. Il governo è intenzionato, pare, a far votare in aprile. Ma secondo alcune indiscrezioni, il rischio che in base a complicati meccanismi i consiglieri possano continuare a percepire lo stipendio rischia di anticipare il ricorso alle urne. Si tratterebbe di una nota stonata, difficilmente giustificabile di fronte all'opinione pubblica. Uno scenario così scomodo da far tornare in pista anche l'ipotesi di voto anticipato a novembre. Anche di questo si discuterà domani nella riunione convocata da Berlusconi a Palazzo Grazioli, secondo atto dopo il summit con Alfano, coordinatori, capigruppo regionali e vice che si è tenuto oggi a via dell'Umiltà (si è visto nella sede del partito anche Carlo De Romanis). Parteciperà l'intero stato maggiore del Pdl e l'incontro sembra promettere momenti di tensione. Resta per ora in stand by l'ufficio di Presidenza: si deciderà domani se tenerlo giovedì o rinviarlo a data da destinarsi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina