sabato 03 dicembre | 19:01
pubblicato il 16/set/2013 15:49

Pdl: Capezzone, reazioni eccessive a opinioni Santanche'

Pdl: Capezzone, reazioni eccessive a opinioni Santanche'

(ASCA) - Roma, 16 set - ''Sia consentita qualche parola (avrebbe detto il Crozza-Veltroni: serenamente, pacatamente...) pure a chi, come me, pur avendo opinioni convinte e radicate anche sulla nostra situazione di partito in questa complessa fase politica, ha tuttavia ritenuto di non rilasciare neppure la piu' piccola e marginale intervista sul tema. Mi permetto solo di dire agli amici e alle amiche che stanno reagendo, con toni a mio avviso eccessivi e fuori misura, all'intervista odierna di Daniela Santanche', che non dobbiamo avere un approccio timoroso rispetto a una discussione interna, purche' ovviamente reciprocamente rispettosa, com'e' sempre giusto che sia''. Lo afferma Daniele Capezzone, presidente della commissione Finanze della Camera e Coordinatore dei dipartimenti del Pdl, commentando le parole della deputata del Pdl per la quale Forza Italia deve essere un partito presidenziale e dunque non ci sara' Angelino Alfano segretario.

''Tutti siamo ugualmente vicini al Presidente Berlusconi, mentre subisce un attacco inaccettabile che va respinto, e tutti siamo ugualmente impegnati a difendere, con lui, le ragioni della democrazia e il rispetto del voto di molti milioni di italiani. E tutti siamo ugualmente impegnati, in Parlamento e nel Governo, nella difesa delle nostre idee e dei nostri obiettivi. Dopo di che, - continua Capezzone - e' naturale che su altri aspetti (sui singoli temi o sulla futura forma-partito) vi siano opinioni diverse, o sfumature, o analisi che partono da punti di vista non necessariamente coincidenti, in base alla storia e alla sensibilita' di ciascuno''.

''Ma tutto cio' non va visto come un problema o come un elemento divisivo. Anche nel Partito Repubblicano americano, si sta uniti intorno al leader e a un nucleo programmatico ristretto, mentre su tutto il resto c'e' un fiorire di movimenti, aree, riviste, fondazioni e think tank (e quindi di culture e sensibilita'). Rispetto alla nuova Forza Italia, sono assolutamente legittime tutte le impostazioni: quella di chi privilegia il carattere presidenzialista e di opinione, quella di chi pone invece l'accento sull'esigenza di radicamento territoriale, e quella di chi ritiene necessario un ragionevole mix di queste due componenti. Nulla quaestio, quindi. L'essenziale e' stare tutti vicini al Presidente Berlusconi e ai nostri elettori. Sul resto, essendo noi un movimento di persone libere, si puo' discutere, certi che tutti rispettino e rispetteranno tutti. Guai ad introiettare la caricatura che fa di noi la sinistra degli smacchiatori (oggi aspiranti asfaltatori), che ci tratta da caserma se non discutiamo, e da partito diviso se ragioniamo liberamente, come sappiamo e vogliamo fare. Sono assolutamente sicuro della buona fede e della disponibilita' al confronto di tutti. Non vedo motivi per alzare i toni. Tutti uniti - dunque - nel respingere gli attacchi, e tutti capaci di ragionare insieme, portando ragioni e obiezioni, e restando uniti in un dibattito che puo' farci crescere'', conclude Capezzone.

com-ceg/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari