giovedì 08 dicembre | 03:23
pubblicato il 16/set/2013 13:56

Pdl: Brunetta, a chi giovano divisioni per ambizioni personalistiche?

(ASCA) - Roma, 16 set - ''Mentre il Partito democratico vede all'opera l'Asfaltatore Renzi, constato che l'irresponsabilita' del sindaco di Firenze trova incauti epigoni anche nel Popolo della Liberta'. A chi giova infatti l'azione privata e pubblica di personaggi che usano la vicinanza vera o presunta al presidente Berlusconi per fomentare divisioni risibili tra falchi e colombe credendo di averne improbabili vantaggi? Ben altra compattezza e unita' chiede questo tempo in cui alla crisi economica si somma l'amputazione della democrazia''. Lo dichiara in una nota Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.

''La volonta' giudiziaria e politica di eliminare il leader di dieci milioni di italiani richiede di accantonare ambizioni personalistiche il cui esercizio oggi porta munizioni ai nemici di Berlusconi e del nostro Paese. Questo vociare da comari e compari golosi di predilezioni e di incarichi deve finire al piu' presto'', conclude Brunetta.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni