martedì 21 febbraio | 10:51
pubblicato il 27/lug/2011 19:55

Pdl/ Berlusconi rilancia ipotesi cambiare nome al partito

Quallo attuale non ha presa, ma non ho ancora alternativa

Pdl/ Berlusconi rilancia ipotesi cambiare nome al partito

Roma, 27 lug. (askanews) - Un nuovo nome e un nuovo simbolo per il Pdl, magari da utilizzare alle prossime politiche. A rilanciare l'ipotesi, secondo quanto viene riferito, è stato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso dell'incontro a palazzo Grazioli con i presidenti di Regione e il segretario Angelino Alfano. In particolare, il premier avrebbe ribadito i suoi dubbi legandoli al fatto che l'acronimo non ha mai avuto presa sulla gente. "Al sud - avrebbe argomentato - continuano a chiamarlo la Pdl, mentre al nord lo chiamano il Pdl". Berlusconi, tuttavia, avrebbe spiegato di non aver trovato ancora un nome alternativo in grado di convincerlo. Soltanto, un ipotesi, per ora. E per la verità non nuova nelle dichiarazioni di intenti del presidente del Consiglio. Il quale avrebbe però ipotizzato di effettuare anche una sorta di sondaggio di marketing per capire il gradimento sull'attuale nome o su una eventuale alternativa.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Pd, Rossi: nasceranno nuovi gruppi parlamentari pro governo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia