sabato 10 dicembre | 12:26
pubblicato il 14/feb/2012 21:09

Pd/Bersani ammette tensioni a Genova: occorre rifinire primarie

Caso Genova in segreteria. Fioroni: Più chiarezza su alleati

Pd/Bersani ammette tensioni a Genova: occorre rifinire primarie

Roma, 14 feb. (askanews) - Nel day after della sconfitta alle primarie di Genova Pier Luigi Bersani ha ammesso che la vicenda ha provocato "tensioni, ammaccature" e che bisognerà pensare a rifinire il meccanismo. Ma il segretario del Pd non lo considera un fallimento vero e proprio, perchè, "siccome c'erano diversi candidati del Pd bisogna anche accettare che poi ci siano risultati non conformi alle aspettative di tanti. Adesso si tratta di ricomporre le forze e vincere a Genova con Doria. A noi interessano soprattutto le 'secondarie'", ha detto oggi. Il caso Genova è stato oggetto anche della riunione della segreteria di oggi, nella quale, raccontano, Bersani ha spiegato che "il problema evidentemente non è stato solo avere due candidati del Pd perchè tante volte abbiamo vinto anche con più candidati, c'era un problema specifico locale". Matteo Orfini, membro della segreteria lo ha detto in maniera ancora più esplicita: "Il problema sono i personalismi e i meccanismi correntizi perchè anche con un solo candidato avremmo perso a Genova", insomma erano Pinotti e Vincenzi a non convincere gli elettori genovesi. Anche Orfini ritiene che "siano assurdi i meccanismi che impediscono al partito nazionale di gestire queste pratiche, anche se indubbiamente si tratta di decisioni politiche, perchè qualcuno malato di protagonismo avrebbe potuto anche uscire dal Pd e candidarsi come indipendente". E' stato il coordinatore della segreteria Maurizio Migliavacca a spiegare che non sempre i dirigenti locali ascoltano i "consigli" che arrivano da Roma. Insomma secondo Orfini bisognerebbe "fare uno sforzo per dare meno ascolto ai caminetti delle componenti" dai quali spesso arrivano le indicazioni sui candidati e "di più al territorio". C'è stato anche chi in segreteria ha preso le difese del segretario "ingiustamente criticato per i risultati del partito locale". "Siamo un partito federale e leggero ma i media ci valutano come se fossimo un partito pesante", ossia quello in cui tutto viene deciso a Roma. Insomma al Nazareno non è piaciuto il trattamento riservato a Bersani dalla stampa. "E' inevitabile che sia così - avrebbe replicato Bersani in segreteria -. Siamo il Pd e quindi ogni cosa viene interpretata come una nostra sconfitta, anche se non è questa la lettura giusta, se si fanno le primarie deve mettere in conto che non vinca il tuo candidato". Si pensa dunque alla possibilità di correggere il meccanismo delle primarie: "Quando discuteremo di statuto qualche rifinitura del meccanismo credo ci vorrà, senza escludere casi nei quali il pd si presenta con più candidati, ma rimettendo anche alla valutazione degli organismi dirigenti. Ci sono casi nei quali è accettabili, e casi nei quali forse la preselezione di un candidato del Pd sarebbe più utile". Rifiniture che però non sono al momento all'ordine del giorno, spiegano al Pd, ora ci sono le amministrative e non possiamo certo mettere mano allo Statuto, se ne discuterà dopo. Sul fronte interno c'è chi come Beppe Fioroni ha fatto notare che questa vicenda insegna, ancora una volta, che bisogna scegliere con cura gli alleati, leggi Sel: "Se sosteniamo con forza il governo Monti, per salvare l'Italia - ha sottolineato -, diventa difficile dare vita a coalizioni locali esclusivamente con partiti che sono all'opposizione di questo esecutivo e che marciano in direzione opposta a quella del Pd. Così, gli elettori non ci comprendono". Implacabile anche il 'rottamatore' Matteo Renzi: "Esiste un problema di gruppo dirigente. Sarebbe assurdo negare che il gruppo dirigente del Pd ha appoggiato tanti candidati che non hanno vinto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina