lunedì 27 febbraio | 03:37
pubblicato il 18/lug/2013 20:25

Pd: verso larga convergenza sulle regole. Prossima settimana conclusioni

(ASCA) - Roma, 18 lug - Una larga convergenza si sta registrando nel Pd sulle regole che devono portare al congresso e all'elezione del segretario del partito.

La convergenza, registrata oggi nella riunione della Commissione per il congresso, sara' illustrata nella relazione di ''sintesi'' che fara' il segretario Guglielmo Epifani givedi' 25 o venerdi' 26 luglio in una nuova riunione della Commissione. Il tutto -ha spiegato il responsabile dell'Organizzazione Davide Zoggia- dovra' poi essere passato all'esame della Direzione nazionale del Pd che si terra' mercoledi' 31 luglio. L'ultima parola -con la fissazione della data del congresso- spettera' all'Assemblea nazionale che sara' convocata dopo la Festa nazionale democratica di Genova, in pratica nella seconda meta' di settembre.

Per quanto riguarda il merito delle regole, non ci sono grandi novita'. Anzitutto -ha spiegato ancora Zoggia- verra' tolto l'automatismo tra la carica di segretario e di candidato premier, formalizzando cioe' la norma che era stata introdotta in deroga per le primarie che avevano designato Pier Luigi Bersani. In questo caso si e' preso atto che l'automatismo rispondeva ad uno schema fortemente bipolare del quadro politico che oggi non c'e' piu'.

Per quanto riguarda la platea dei votanti alle primarie per il segretario, i partecipanti sono in primo luogo gli iscritti al partito, ma vengono allargati anche ai sostenitori che sottoscriveranno un albo o una carta del partito. Oltre naturalmente il versamento di una quota di sostegno al partito (anche questa sara' decisa dall'Assemblea nazionale su proposta della direzione). L'obiettivo sara' quello di avere la maggior parte di iscrizioni dei sostenitori prima della data del voto, anche se ci si potra' iscrivere nella stessa giornata. Tra gli altri temi, alcune norme riguardano una semplificazione degli organi di partito con una migliore definizione della segreteria (attualmente una sorta di staff del segretario) e della sua differenziazione dalla Direzione per evitare le sovrapposizioni di compiti odierne.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech