lunedì 23 gennaio | 16:44
pubblicato il 22/gen/2011 05:13

Pd/ Veltroni torna al Lingotto, "per parlare all'Italia"

A Torino lo stato maggiore del partito, parlerà anche Bersani

Pd/ Veltroni torna al Lingotto, "per parlare all'Italia"

Torino, 22 gen. (askanews) - I toni sono sicuramente diversi da quelli usati soltanto un mese fa quando, in un'intervista all'Unità nella quale spiegava il senso dell'iniziativa del Lingotto 2, Walter Veltroni intimava al partito un ritorno alla "vocazione maggioritaria" attraverso una esplicita "correzione di rotta" rispetto alle "oscillazioni di posizioni" dettate "dall'inseguimento dei possibili alleati". Ora, infatti, l'ex segretario, vuole lanciare un messaggio di unità al popolo del Pd. Senza naturalmente rinunciare alle cinque proposte per l'innovazione che saranno il fulcro del suo discorso di Torino. Non un "ritorno", ha precisato giovedì, ma la volontà di ritrovare la "ispirazione e la tensione", con cui il Pd nacque con la sua candidatura a segretario, tenendo però conto che "lo scenario politico-istituzionale è del tutto cambiato". E sembra essere cambiato anche lo scenario interno. Se infatti fino alla Direzione del Pd di due settimane fa Movimento democratico, nato su impulso di Veltroni, Beppe Fioroni e Paolo Gentiloni con il documento dei 75, era ai ferri corti con Bersani e Franceschini, quindi con la maggioranza del partito, oggi la presenza di tutti i dirigenti al Lingotto segna la volontà di mettere da parte, almeno per il momento, le polemiche interne. Una 'tregua', forse momentanea, e certamente dettata dalla nuova escalation della crisi di governo per lo scandalo Ruby, che riapre la partita di possibili elezioni anticipate o di governissimi che richiedono da parte del principale partito di opposizione una strategia unitaria e compattezza della classe dirigente. I toni usati negli ultimi giorni dal segretario Bersani, infatti, nei confronti di Modem sono stati decisamente più teneri rispetto a quelli della Direzione: "Non credo che il Lingotto rappresenterà un'alternativa, non è questo il clima. Alla fine io, Veltroni e gli altri parleremo di Italia non ci guarderemo la punta delle scarpe perchè sarebbe da irresponsabili". E' previsto, tra l'altro, che anche Bersani parli.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4