domenica 22 gennaio | 18:17
pubblicato il 28/dic/2015 09:19

Pd, Serracchiani: stiamo cambiando Paese, M5s raccoglie malessere

"Fatte riforme epocali, dobbiamo impegnarci nella comunicazione"

Pd, Serracchiani: stiamo cambiando Paese, M5s raccoglie malessere

Roma, 28 dic. (askanews) - "Noi certo dobbiamo impegnarci di più nella comunicazione, ma stiamo cambiando il volto del Paese. Chiaro che è molto più semplice continuare a parlare dei problemi piuttosto che spiegare le soluzioni, ed è quello che il M5s sta facendo". Lo afferma Debora Serracchiani, vice-segretario del Pd, in una intervista a "La Stampa".

Secondo Serracchiani, "stiamo facendo riforme davvero epocali assumendocene la responsabilità, al di là dell'immobilismo che c'è stato per troppi anni". Però i sondaggi danno in vantaggio il Movimento 5 stelle. "I sondaggi lontani da elezioni - dice - lasciano il tempo che trovano. Non me ne preoccupo, noto invece che c'è un pezzo di Paese con paure, rabbie e sacche di malessere, e che loro si presentano come bacino di raccolta dell'insofferenza. Ma da qui a fare una proposta seria di governo ne passa".

Serracchiani giudica "irragionevole" la rottura con Sel a Bologna e Torino. "Dopo aver governato insieme cinque anni ci siamo sentiti sbattere la porta in faccia in modo incomprensibile", afferma, aggiungendo che "i vertici nazionali di Sel ritengono di doversi contare rispetto al Pd mettendo a rischio una vittoria del centrosinistra. Non so se lo capiranno i loro elettori. Si assumono delle responsabilità pesanti".

Infine, una domanda sul possibile "rimpasto" nella segreteria Dem, con l'ingresso della minoranza: "Renzi ha dimostrato di essere il primo a voler superare correnti e di volere un partito contaminato da tutte le sensibilità e che lavori unito e coeso. Credo anche che laddove ha forzato nelle decisioni è perché ha voluto dimostrare che c'è bisogno di un partito in grado di decidere. La segreteria non ha bisogno di esser rifatta sulla base delle correnti. Noi vogliamo che tutto il partito operi, a prescindere dalle casacche e dalle provenienze e dai capibastone".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4