sabato 03 dicembre | 13:07
pubblicato il 26/ago/2013 16:45

Pd: Renzi al lavoro, ''Concentrato su Firenze. Di Roma non so nulla''

(ASCA) - Firenze, 26 ago - Matteo Renzi e' tornato al lavoro oggi a Palazzo Vecchio dopo le ferie trascorse con la famiglia negli Stati Uniti ma non interrompe il 'silenzio' sui temi di politica nazionale.

Il sindaco di Firenze, camicia bianca, cravatta nera, Swatch viola al polso, e' arrivato questa mattina in ufficio e ha subito incontrato i dirigenti per organizzare il lavoro delle prossime settimane in citta'. Nel pomeriggio ha visionato lo stato dei lavori di via Sant'Agostino, in Oltrarno. Domani Renzi fara' un sopralluogo nei cantieri delle scuole, poi sara' la volta del nuovo Auditorium della musica, saranno inaugurati nuovi cassonetti interrati e terminati i lavori dei mondiali di ciclismo. ''Lavoriamo concentrati su Firenze, di quel che succede a Roma non so niente'', ha tagliato corto incrociando i giornalisti. Renzi ha anche parlato a lungo al telefono con il presidente dell'Anci Piero Fassino sulla questione dell'Imu, ma domani non sara' a Roma alla riunione dei sindaci, dove il Comune di Firenze sara' rappresentato dall'assessore Alessandro Petretto.

Questa sera e' in programma la prima uscita pubblica, per l'esordio della Fiorentina contro il Catania allo stadio Artemio Franchi. Il 'silenzio' sui temi di politica nazionale, pero', non sara' rotto fino a venerdi' quando il 'rottamatore' sara' in Emilia-Romagna: prima, alle 18, interverra' alla festa democratica di Borgo Sisa (Forli') e poi, alle 21, a quella di Reggio Emilia, dove ad attenderlo ci sara' il ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio. Una scelta, quella dell'Emilia-Romagna, per tornare a parlare, forse non casuale: proprio nella regione rossa, infatti, il 'rottamatore' ha via via acquistato sempre maggior seguito, grazie al lavoro dello stesso Delrio, dell'ex presidente del Consiglio regionale, attuale deputato, Matteo Richetti, al sostegno esplicito del primo cittadino di Bologna Virginio Merola e del segretario regionale del Pd Stefano Bonaccini.

Se Renzi, quindi, tornera' a parlare di politica nazionale dopo 19 giorni, e' pero' assai improbabile che sciolga le riserve su una sua eventuale candidatura alla segreteria del Pd. Per quello attendera' almeno che siano definite le regole nell'assemblea del partito convocata per il 20 e 21 settembre. Intanto, ribadisce parlando con i suoi, massimo impegno sulle priorita' cittadine e sugli interventi degli ultimi otto mesi di legislatura. Interventi che saranno comunicati, secondo quanto trapela dallo staff del sindaco, anche con uno slogan: 'Detto fatto'.

afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari