lunedì 23 gennaio | 17:48
pubblicato il 11/ott/2013 14:05

Pd: Renzi 'svela' campagna, parole da ribaltare per 'cambiare verso'

Pd: Renzi 'svela' campagna, parole da ribaltare per 'cambiare verso'

(ASCA) - Firenze, 11 ott - Otto coppie dicotomiche, otto parole da 'capovolgere' per cambiare l'Italia. Sono le prime anticipazioni della campagna 'cambia verso' per le primarie di Matteo Renzi, anticipate oggi su Facebook dallo stesso 'rottamatore'. Domani alle 16 Renzi lancera' a Bari la sua candidatura, ma oggi, sul social network, il sindaco di Firenze ha postato le immagini di otto manifesti che seguendo il filo dello slogan 'L'Italia cambia verso', mostrano otto cose da cambiare. La parola 'sbagliata' e' scritta al contrario, quella 'giusta' nel verso corretto.

Si parte dunque da 'burocrazia' (scritto al contrario) che deve essere sostituita da 'semplicita''', perche', si legge, ''il rispetto delle regole non ha niente a che vedere con la tortura a cui sono sottoposti cittadini e aziende per ottenere un banale permesso. Spenderemo quel tempo ritrovato per far crescere l'Italia''.

Si prosegue con le dicotomie tra 'raccomandati' e 'bravi' (''La meritocrazia e' l'unica medicina per l'impresa, per la ricerca, per la pubblica amministrazione. Gli amici degli amici se ne faranno una ragione''); 'perdere bene' e 'vincere', perche' ''l'importante, si sa, e' partecipare. Ma per cambiare l'Italia bisogna fare qualcosa in piu': vincere''.

C'e' pero' anche il contrasto tra 'il cavaliere' e 'gli italiani': ''Da vent'anni la politica si occupa di una sola persona. Noi ci occuperemo di tutti gli altri'', assicura la campagna.

Altre 'coppie' di opposti da modificare sono quelle tra 'il palazzo' e 'la strada' (''conoscere il prezzo di un litro di latte, usare i mezzi pubblici, fare la fila alla posta.

Tre ottimi modi per costruire un programma di governo''); tra 'paura' e 'coraggio' (''paura degli extracomunitari, paura della recessione, paura di cambiare. Da oggi ci riprendiamo la fiducia, la voglia di fare, il futuro''); tra 'lamentarsi' e 'cambiare' (''non passeremo il tempo a recriminare su come potrebbero andare meglio le cose. Le cambieremo''); tra 'conservazione' e 'futuro' (Se pensiamo solo a conservare quello che abbiamo, presto non avremo piu' nemmeno quello.

Crescere vuol dire creare, innovare, cambiare)''.

afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4