martedì 24 gennaio | 13:14
pubblicato il 09/dic/2013 10:32

Pd: Monti, auguri a Renzi. Disponibilita' Sc su riforme e provvedimenti

(ASCA) - Roma, 9 dic - ''Faccio i miei complimenti ed auguri al vincitore delle primarie del PD, che lo hanno contrapposto in una leale competizione agli onorevoli Cuperlo e Civati''.

Lo scrive Mario Monti in una nota pubblicata sul suo profilo Facebook a proposito dell'esito delle primarie del Pd.

''La vittoria di Matteo Renzi puo' certamente segnare una svolta nell'azione di Governo - prosegue - e dare slancio alle riforme politiche, sociali ed economiche per cui Scelta Civica e' nata e per le quali, oggi in modo piu' coeso e deciso di prima, si sente impegnata. Come il neo-segretario del Pd, infatti, non pensiamo che basti salvaguardare la tenuta dell'esecutivo guidato da un eccellente primo ministro come Enrico Letta, ma che ancor di piu' occorra rapidamente cambiare il segno delle politiche del Governo, sia rispetto all'obiettivo della crescita che di una vera equita'''.

''Di Renzi era apprezzabile l'agenda con cui partecipo' alle primarie del centrosinistra nell'autunno del 2012 - ad esempio in materia di mercato del lavoro - e rimangono valide, dal nostro punto di vista, molte delle proposte - dalle riforme istituzionali, alle liberalizzazioni del sistema economico - che hanno caratterizzato in queste settimane la sua candidatura alla segreteria del PD'', scrive ancora Monti, il quale fa sapere che ''Scelta Civica offrira' al nuovo segretario democratico una vera disponibilita' sui provvedimenti concreti, sulle priorita' e sulla tempistica delle riforme nell'ambito della nuova maggioranza''. ''Alla definizione prima e realizzazione poi di un contratto di coalizione, come e' noto da tempo, il nostro movimento intende condizionare il proprio sostegno al Governo in questa fase nuova i cui risultati concreti saranno decisivi per arginare le spinte populiste. L'Italia - conclude l'ex-presidente del Consiglio - non puo' piu' permettersi di galleggiare, ma necessita di una stagione di riforme radicali che la liberino dai condizionamenti di parte, dalle rendite di posizione e dalla politica dei veti.

Confido che queste ambizioni siano anche quelle di Matteo Renzi, da oggi responsabile del primo partito italiano''.

com-sgr/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4