sabato 03 dicembre | 10:55
pubblicato il 17/gen/2013 12:04

Pd: Marino, no a indagati, rinviati a giudizio o condannati nelle liste

Pd: Marino, no a indagati, rinviati a giudizio o condannati nelle liste

(ASCA) - Roma, 17 gen - ''In un paese normale, chi e' indagato, rinviato a giudizio o condannato non dovrebbe neanche immaginare di candidarsi e non dovrebbe essere in una lista elettorale''. Lo ha ribadito il senatore del Pd Ignazio Marino questa mattina a Omnibus su La7, in vista della decisione che la commissione di Garanzia prendera' oggi sui candidati inquisiti. ''Mi rendo conto che la mia posizione e' estrema - ha aggiunto Marino - e capisco anche che il codice etico del mio partito abbia una minore severita' in ragione di un garantismo, tuttavia penso sia necessaria una sollevazione etica nella politica e di riassumere una credibilita' rispetto al paese''.

com-ceg/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari