lunedì 16 gennaio | 12:29
pubblicato il 17/gen/2013 12:04

Pd: Marino, no a indagati, rinviati a giudizio o condannati nelle liste

Pd: Marino, no a indagati, rinviati a giudizio o condannati nelle liste

(ASCA) - Roma, 17 gen - ''In un paese normale, chi e' indagato, rinviato a giudizio o condannato non dovrebbe neanche immaginare di candidarsi e non dovrebbe essere in una lista elettorale''. Lo ha ribadito il senatore del Pd Ignazio Marino questa mattina a Omnibus su La7, in vista della decisione che la commissione di Garanzia prendera' oggi sui candidati inquisiti. ''Mi rendo conto che la mia posizione e' estrema - ha aggiunto Marino - e capisco anche che il codice etico del mio partito abbia una minore severita' in ragione di un garantismo, tuttavia penso sia necessaria una sollevazione etica nella politica e di riassumere una credibilita' rispetto al paese''.

com-ceg/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Governo
Alfano: elezioni? Avanti finchè c'è carburante, senza psicodrammi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
A Milano il car sharing DriveNow apre alle auto elettriche