lunedì 20 febbraio | 12:07
pubblicato il 05/nov/2013 14:20

Pd: Gasparri, unica regola consolidata e' uso razzista di immigrati

Pd: Gasparri, unica regola consolidata e' uso razzista di immigrati

(ASCA) - Roma, 5 nov - ''Mentre continua la discussione sulle regole e lo statuto, il tesseramento del Pd assume sempre piu' le dimensioni di uno scandalo che giustamente qualcuno all'interno chiede di fermare. Prima i cinesi, poi gli albanesi e ora piu' in generale vere e proprie truppe di immigrati iscritti in blocco. I numeri sembrano eclatanti e comunque poco compatibili con una fisiologica partecipazione multietnica. L'ho detto e lo ripeto. Potrebbe esserci un uso razzista di extracomunitari da parte di qualcuno che li usa per vincere le competizioni interne''. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (Pdl), vice presidente del Senato.

''In passato gia' altre primarie sono state annullate e i sospetti di brogli, con tanto di foto sui giornali di schiere d'immigrati in coda, hanno macchiato le elezioni interne - ricorda -. Insomma, questa pratica dal sapore razzista sembra ormai l'unica regola consolidata del Pd''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia