venerdì 20 gennaio | 15:06
pubblicato il 20/lug/2013 12:41

Pd: Epifani, mio mandato non e' ripetibile. Congresso per rinnovamento

Pd: Epifani, mio mandato non e' ripetibile. Congresso per rinnovamento

(ASCA) - Roma, 20 lug - Guglielmo Epifani conferma che la sua esperienza di segretario del Pd termina al congresso del partito e che non intende candidarsi.

Epifani lo ha detto in una intervista al quotidiano Il Mattino.

D - Conferma che non prendera' parte alla corsa di segretario o potrebbe ripensarci visto che molti cominciano a invocare un suo ulteriore contributo?.

EPIFANI - ''Il mio e' un compito delicato e sfido chiunque a trovare un periodo cosi' comple'sso come quello che stiamo vivendo. Siamo in presenza di una crisi economica profonda e lunghissima, non abbiamo vinto le elezioni come avevamo immaginato e ora governiamo insieme con quelli che erano e resteranno i nostri avversari. Al congresso bisognera' discutere di tutto cio' e fa bene anche a me pensare che il mio mandato non e' ripetibile''. D - Ogni tanto si torna a parlare di riprovarci per dare vita a una maggioranza senza il Pdl: scenario possibile?. EPIFANI - ''La vedo difficile perche' abborracciare maggioranze non porta a governi solidi e la condizione economica del Paese impone stabilita'. Un diverso quadro politico potrebbe nascere come extrema ratio ma solo per cambiare il Porcellum e tornare al voto''. D - Allora, il congresso quando si svolgera'?. EPIFANI - ''Entro l'anno, ma il problema politico non e' questo ma rispondere a due domande: un congresso su cosa e per fare cosa? Se non si risponde al primo quesito non c'e' neanche la seconda soluzione''. D - Le sue risposte quali sono?. EPIFANI - ''Il congresso dovra' elaborare un progetto di rinnovamento del partito e avanzare una proposta al Paese di sostegno a questo governo. Questa e' la mia opinione ma decidera' la direzione del partito''. D - Al Sud la crisi economica avanza implacabile e miete sempre piu' ''vittime'': Letta cosa deve fare nell'immediato?. EPIFANI - ''Diciamo piuttosto cosa bisogna assolutamente evitare: sicuramente l'aumento dell'Iva che peserebbe piu' nel Mezzogiorno che altrove perche' in questa parte del Paese si' consuma piu' quanto si produce. Non c'e' dubbio che vanno anche utilizzati tutti gli spazi per fare ripartire gli investimenti, ma ritengo indispensabile anche recuperare piu' risorse per la scuola. Si parla tanto di Iva e Imu, ma investire nell'istruzione resta per me una priorita'''. min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoti
Gentiloni a Chigi, pre-Consiglio ministri su emergenze sisma-neve
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"