martedì 17 gennaio | 02:33
pubblicato il 16/lug/2013 16:44

Pd: Epifani, io non sono candidato alla segreteria

+++Conferma per primarie aperte e per non collegamento automatico tra carica segretario e candidato premier - Se domani uscisse un nuovo Prodi, lo escluderemmo perche' non e' segretario?+++.

(ASCA) - Roma, 16 lug - Il segretario del Pd Guglielmo Epifani ribadisce che non e' candidato alla segreteria del Pd. Epifani lo ha detto in modo netto durante il videoforum con Repubblica Tv e rispondendo alle numerose domande con una sola parola: ''No''.

Altra conferma e' stata fatta sulle primarie. Epifani ha infatti detto di essere favorevole a primarie aperte: ''Stiamo parlando del segretario del partito voteranno i nostri iscritti ed elettori in una modalita' piu' aperta possibile, nelle sezioni e nei gazebo''. Con attenta definizione pero' dei criteri perche', ha sottolineato Epifani ''non mi piace che uno iscrtto a un altro partito venga a votare per il nostro segretario''.

Epifani che ha fatto riferimento al comitato che e' stato incaricato di studiare il regolamento e alla Direzione del partito che dovra' approvarlo ha ribadito la sua posizione favorevole alla distinzione dei ruoli di segretario e di candidato premier. Una posizione, ha spiegato, suggerita dal ''buon senso'' perche' l'idea del segretario automaticamente candidato premier rispondeva ad una situazione politica fortemente bipolare, cosa che oggi non c'e'. E visto che si dovra' parlare di coalizioni e' possibile prevedere, ha proseguito Epifani, che ''il segretario non sara' automaticamente il solo candidato premier. Puo' esserlo, ma puo' non essere il solo. Daltronde e' stato cosi' in passato''.

Di fronte a ulteriori sollecitazioni sull'argomento Epifani ha rivolto lui una domanda: ''Se un domani dovesse uscire un nuovo Prodi cosa facciamo? Lo escluderemo perche' non e' segretario del partito? Ecco anche il semplice buon senso suggerisce che e' per questo che serve flessibilita'''.

Ma allora, e' stato chiesto, Enrico Letta potrebbe essere un possibile candidato premier? Conseguente la risposta di Epifani: ''Ovviamente dico si'. Ma oggi e' impegnato nel lavoro difficilissimo di guidare l'esecutivo. Molto dipendera' da come si sviluppera' l'azione del governo''. E questo, ha ricordato, e' un governo di servizio dove due partiti che hanno programmi diversi hanno deciso assieme di assumersi delle responsabilita'. Ecco perche' noi non parliamo di pacificazione ma di condivisione della responsabilia'''.

Sempre in tema di governo ''l'unica cosa che non possiamo sopportare -ha puntualizzato Epifani- e' una fibrillazione continua. E tirare a campare non andrebbe bene al Paese''. min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello