domenica 22 gennaio | 07:05
pubblicato il 22/mar/2014 15:14

Pd: domani primarie a Firenze, tre in campo per succedere a Renzi

(ASCA) - Firenze, 22 mar 2014 - Ultime battute di campagna elettorale per le primarie del Pd per la scelta del candidato sindaco di Firenze. Domani in citta' si vota per succedere a Matteo Renzi nella sfida elettorale per Palazzo Vecchio e in corsa ci sono tre candidati. Il favorito e' Dario Nardella, vicesindaco e 'reggente' in Comune di Renzi dopo che questi e' divenuto presidente del Consiglio. Nardella si e' dimesso da deputato per partecipare alla sfida. Il vicesindaco rivendica i risultati raggiunti dalla amministrazione uscente: ''Ho avuto l'onore di condividere questo percorso fin dall'inizio come vicesindaco e, dopo un'esperienza di un anno in Parlamento, ho accettato con entusiasmo la proposta di tornare a occuparmi della nostra citta' per dedicarmi totalmente a Firenze. Mi trovo adesso a portare avanti un impegno che guarda al futuro con la forza dei risultati raggiunti, con la consapevolezza dei problemi da risolvere e con tante idee ancora da realizzare''.

Contro Nardella si schierano Alessandro Lo Presti (gia' vicino a Ignazio Marino) e il civatiano Iacopo Ghelli. Lo Presti indica nel suo programma tre priorita': ''Dobbiamo cambiare alla radice la politica fiscale a favore di una maggiore giustizia sociale; fare rapidamente le linee due e tre della tramvia; valorizzare e motivare il personale del Comune di Firenze e ridurre drasticamente il personale esterno a contratto, abbattendo cosi' anche la spesa corrente''.

Ghelli si ripropone di ''valorizzare l'ambiente come fattore di sviluppo e vivibilita' e tornare a investire sulla formazione e l'orientamento al lavoro, la cultura e l'innovazione per sostenere la crescita e lo sviluppo'', assicura una ''trasparenza cristallina nel rapporto tra istituzioni e cittadini'', una citta' ''leggera'' per ''vivibilita' e clima sociale, a partire dai trasporti e dalla viabilita''' ma anche ''accogliente'' con ''un turismo di qualita', che superi il concetto di ''massa' e sia in grado di soddisfare i diversi interessi e le molteplici sensibilita', e che preveda un'offerta culturale versatile''.

I seggi sono aperti domani dalle 8 alle 20 e l'obiettivo del partito e' di superare i 10 mila votanti.

afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4