sabato 10 dicembre | 23:58
pubblicato il 26/ago/2014 13:39

Pd: domani al via Festa Unita'. Paese, storia e futuro centro kermesse

+++Medio Oriente in primo piano. Assenti M5S e Lega Nord+++.

.

(ASCA) - Roma, 26 ago 2014 - Parte domani al Parco Nord di Bologna, con numeri faraonici in termini di impegno e un programma ambizioso di analisi e percorso politico, economico-sociale, storico, internazionale, la Festa nazionale dell'Unita' che durera' fino al 7 settembre per proseguire poi fino al 22 in versione provinciale.

Quanto emerge dalle indicazioni fornite oggi dagli organizzatori in occasione della tradizionale conferenza stampa di presentazione e' un impegno di altissimo livello sotto svariati profili. Tanto per comiciare quello economico: 480 mila euro il budget previsto per la festa nazionale (il 30% in meno rispetto all'anno scorso, ''e neanche un euro speso in piu' rispetto a quelli raccolti'' si assicura); l'esercito dei volontari: 10mila persone nell'arco della festa, con una media di 3mila al giorno che diventano 5mila nei giorni di festa; il numero dei dibattiti, che superera' quota 200, quello dei visitatori, attesi per oltre un milione.

''Vogliamo che la nostra sia una festa improntata al rigore, alla trasparenza, alla grande qualita''' sintentizza il tesoriere del Pd, Francesco Bonifazi. E la grande partecipazione di rappresentanti politici, del Pd e del governo innanzi tutto, ma anche di altri schieramenti, oltre che delle massime cariche istituzionali italiane e molte estere, lo confermano pienamente. Solo due i grandi assenti fin da ora gia' previsti: il Movimento 5 stelle e la Lega Nord. Sui pentastellati, spiega il responsabile nazionale delle Feste del Pd, Lino Paganelli ''non ci e' sembrato da parte loro una grande voglia di dialogare e noi rispettiamo questo punto di vista, non ci andiamo certo a intrufolare in casa d'altri''; uguale distacco anche da parte del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini. ''Ma due assenze ci possono certo stare'' chiosa Paganelli, che poi precisa che per l'esecutivo sara' ''probabilmente assente'' il ministro Alfano e ''per ragioni personali non potra' partecipare neppure il ministro Guidi''.

Altro segnale ''importantissimo'' che si e' voluto lanciare con l'iniziativa della Festa e' l'attenzione al tema del Medio Oriente e quello internazionale in genere, ''che colpira' in via trasversale la festa per intero'' sottolinea Bonifazi. ''Non e' certo un caso se abbiamo voluto che a dare l'avvio al nostro avvenimento sia un concerto, previsto per domani sera alle 21 delle due cantanti, l'israeliana Noah e la palestinese Mira Award'' rimarca.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina