sabato 21 gennaio | 17:01
pubblicato il 31/mar/2014 12:00

Pd dice no a Forza Italia: "prima voto su Senato, poi Italicum"

Zanda-Speranza respingono richiesta Brunetta-Romani

Pd dice no a Forza Italia: "prima voto su Senato, poi Italicum"

Roma, 31 mar. (askanews) - No dei capigruppo del Pd alla richiesta dei capigruppo di Fi di far vortare a palazzo Madama prima l'Italicum e poi la riforma costituzionale del Senato. "La logica e la ragionevolezza istituzionale rendono non solo opportuno ma anche necessario che, almeno in prima lettura, la riforma del Senato venga approvata prima della riforma elettorale. Con un bicameralismo paritario non avrebbe alcun senso prevedere ancora una volta leggi elettorali diverse per Camera e Senato", hanno affermato in una nota congiunta i capigruppo di senatori e deputati del Pd, Luigi Zanda e Roberto Speranza, replicando alla nota congiunta dei capigruppo Fi Paolo Romani e Renato Brunetta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4