giovedì 23 febbraio | 18:00
pubblicato il 17/set/2014 19:32

Pd: da aula Senato ok a odg su regolamento fecondazione eterologa

Dirindin: attuare senza indugio modalita' per effettuarla (ASCA) - Roma, 17 set 2014 - Il governo proceda "senza indugio a dare attuazione a quelle parti della direttiva del 2006 che non erano state ancora recepite dal nostro ordinamento nazionale e che consentono di regolare le modalita' con le quali potra' essere effettuata la fecondazione eterologa attraverso un semplice regolamento del ministero". E' l'impegno contenuto in un ordine del giorno accolto dall'aula del Senato. "E' la conferma - dichiara la senatrice Nerina Dirindin, capogruppo Pd in commissione Sanita' a Palazzo Madama - di quello che abbiamo sempre sostenuto ovvero che per mettere in campo una regolamentazione dell'eterologa non serve una legge. Se poi, una volta fatto quello che si puo' fare per via amministrativa, ci sara' bisogno di una legge, il Parlamento fara' la sua parte. Ma ora tocca al ministro Lorenzin e ci aspettiamo che proceda in fretta per mettere a punto il regolamento".

Pol/Arc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Pd
Anche Orlando in corsa per le primarie Pd, domani l'annuncio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech