sabato 03 dicembre | 01:22
pubblicato il 24/lug/2013 10:42

Pd: Bindi, Letta non chieda continue prove di fedelta' al governo

Pd: Bindi, Letta non chieda continue prove di fedelta' al governo

(ASCA) - Roma, 24 lug - ''Il presidente del Consiglio, dato che era vice presidente del partito, non deve chiedere al Pd prove di sangue tutte le mattine, perche' nessuno gli nega il sostegno, ma deve lasciare che il partito svolga la sua fase congressuale e al sua elaborazione di futuro e cambiamento perche' non conviene a nessuno che, una volta finita questa fase di neccessita', ci siano le macerie delle forze politiche''. Lo ha detto Rosy Bindi del Pd intervenendo a Omnibus su La7 in merito alle difficolta' di un'alleanza con il Pdl, precisando che ''le macerie non ci sarebbero perche' e' mancato il finanziamento, ma perche' sono mancate le idee e la capacita' di rapportarsi agli italiani''. E aggiunge: ''E' inutile che mi vengano chieste prove di fedelta' al Governo tutti i giorni, piuttosto vorrei che dal presidente del Consiglio venisse anche la richiesta di un partito ben piu' coraggioso per il futuro''. com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari