domenica 04 dicembre | 05:06
pubblicato il 21/set/2013 11:18

Pd: Bindi, il segretario deve restare candidato premier

Pd: Bindi, il segretario deve restare candidato premier

(ASCA) - Roma, 21 set - ''Dissento sulla riformulazione dell'articolo 3 dello statuto che cambia il rapporto tra la figura del segretario e quella del candidato premier. Non vendiamo un consenso interno che non c'e'''. Lo ha detto Rosy Bindi, intervenendo nell'Assemblea nazionale del Pd. ''La scelta della classe dirigente del Pd non puo' essere un fatto interno - ha proseguito - in tutti i paesi europei sono candidati premier i leader delle forze politiche''. Per Bindi, ''l'articolo 3 dello statuto era uno dei manifesti programmatici del Pd''. L'esponente del Pd ha chiuso il suo intervento ricordando che ''il governo Letta non e' il nostro governo, non serve un Pd ripiegato su se stesso e troppo rispettoso dell'esecutivo''.

gar/fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari