lunedì 23 gennaio | 14:26
pubblicato il 18/set/2012 20:59

Pd/ Big inistono: riflettere su primarie. Ma Bersani non cede

Segretario: Avanti con ogni l.elettorale. Ma c'è chi evoca assise

Pd/ Big inistono: riflettere su primarie. Ma Bersani non cede

Roma, 18 set. (askanews) - Le regole sono allo studio, certamente ci sarà un filtro per chi vorrà candidarsi, ma il punto è che ancora parecchi maggiorenti Pd continuano a suggerire al segretario di ripensare alle primarie, soprattutto se verrà cambiata la legge elettorale in senso proporzionale. Ancora in queste ore, raccontano, sono molti i big, da Dario Franceschini a Massimo D'Alema e Walter Veltroni, che avrebbero suggerito di non svincolare il ragionamento sulle primarie dalla legge cui si andrà a votare. Ragionamenti , spiegano, non hanno fatto cambiare idea a Pier Luigi Bersani: le primarie si faranno a prescindere dal modello di legge elettorale, avrebbe ripetuto il segretario, perché sono uno strumento per recuperare un rapporto con gli elettori. Il leader Pd, assicurano, è determinato e i suoi uomini, a cominciare da Maurizio Migliavacca, stanno scrivendo la bozza di regolamento delle primarie avendo cura di tenersi in contatto con Matteo Renzi, per evitare polemiche con il sindaco di Firenze. Non è un caso che l'ipotesi dell'albo degli elettori non abbia provocato alcuna reazione di Renzi, nonostante qualche indiscrezione avesse ipotizzato una registrazione da effettuare una settimana prima delle primarie. La richiesta arriva da grossa parte del gruppo dirigente Pd, ma lo stesso Bersani è stato chiaro con tutti: le primarie devono essere aperte, l'albo si può fare, ma contestualmente al voto. Il segretario, inoltre, vuole il doppio turno. Tutte le regole, peraltro, dovranno comunque essere approvate dalla direzione Pd, per quello che riguarda le norme relative agli iscritti democratici, e poi dagli alleati che parteciperanno alle primarie. Il fatto è che, regole a parte, aumentano i dubbi su quello che accadrà. Giuseppe Fioroni oggi ha ironizzato: "Se arriviamo ad undici candidati, facciamo la nazionale...". Ma se ci sarà davvero una legge elettorale proporzionale le cose potrebbero complicarsi. "E' evidente - ammette Cesare Damiano - che il tema delle primarie sarà influenzato dal modello di legge elettorale che verrà adottato e in ogni caso non possono trasformarsi nel congresso del Pd, a quel punto sarebbe meglio farlo davvero il congresso". Stesso ragionamento che avrebbe fatto Franceschini, che su twitter commenta: "Se tutte queste persone si candidano alle primarie per prendere il posto di Monti, in quanti si candideranno a quelle per i parlamentari?". Per ora la linea di Bersani sulla legge elettorale è fare le barricate. Ma sono molti a dubitare. Oggi pomeriggio, in Transatlantico, Livia Turco ragionava così parlando con una ex parlamentare: "Il punto debole della strategia di Bersani è che lui dice 'la sera del voto si deve sapere qual è la coalizione vincente. Ad avercela una coalizione...". Gli scontri tra Sel e Udc fanno capire che i due 'pilastri' su cui Bersani pensa di appoggiarsi sono meno scontati di quello che il leader Pd assicura. E, concludeva la Turco, "alla fine, o ci mangiamo questa minestra (ovvero la riforma a base proporzionale sulla quale potrebbero convergere Pdl e Udc, ndr) o ci teniamo il 'Porcellum'. E a quel punto la gente ci prende a randellate". Questo ragionamento è lo stesso di molti, da Letta a Veltroni e allo stesso D'Alema, secondo quanto riferiscono, è del parere che sulla legge elettorale si debba assumere un atteggiamento più 'pragmatico'. La macchina delle primarie è ormai difficile da fermare, ma il fermento nel Pd è ai massimi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4