domenica 04 dicembre | 01:32
pubblicato il 29/set/2012 05:10

Pd/ Bersani prepara barricate su l.elettorale per stop Monti-bis

Giudicata insufficiente offerta premio a coalizione dell'8%

Pd/ Bersani prepara barricate su l.elettorale per stop Monti-bis

Roma, 29 set. (askanews) - Raccontano che il segretario democratico non fosse stato preavvertito dell'uscita di Mario Monti e chi frequenta il Nazareno parla di uno stato maggiore democratico che adesso si prepara a fronteggiare l'offensiva centrista per il Monti-bis. Ufficiosamente, lo staff di Bersani cerca di sdrammatizzare, si limita a dire che fa tutto parte del copione, ognuno "lavora nel suo campo" e che poi si vedrà alle elezioni. Matteo Orfini, bersaniano e membro della segreteria, spiega qual è la linea su cui ci si proverà ad attestare: "Come in tutta Europa, il leader del primo partito sarà il premier...". Ma l'Italia ha una storia tutta sua e per provare ad imporre questa regola bisognerà evitare una legge elettorale che impedisca al centrosinistra di vincere, almeno alla Camera, altrimenti i giochi si complicheranno assai. E' per questo, raccontano, che proprio sulla legge elettorale il Pd si prepara a fare le barricate. L'ultima 'offerta' arrivata da Pdl e Udc ai democratici, secondo quanto viene riferito, prevede un premio sì alla coalizione, come chiede il Pd, ma non superiore all'8%. Sondaggi alla mano, Pd, Sel e Psi non superano il 34-35%: con un premio dell'8% si arriva al 43%. Difficile che basti per portare Pier Luigi Bersani a palazzo Chigi, se si considera che i centristi ormai hanno rotto gli indugi e porranno come condizione la rottura dell'alleanza con Sel e la riproposizione delle larghe intese. "Se la proposta di riforma elettorale sarà questa dobbiamo votare no", dicono molti dirigenti vicini al segretario Bersani ieri si è limitato a ripetere la linea del Pd e ha ripetuto la sua condizione: "La sera delle elezioni ci vuole qualcuno di cui si possa dire 'questo è in grado di fare un governo'. Se no andiamo nei guai". Un paletto che "non riguarda solo il Pd e su questi punti non molliamo: non vogliamo fare cose che mettano l'Italia nei guai". Certo, Bersani ha anche ammonito: "Non abbiamo la maggioranza". Il segretario sa bene che mezzo partito è tentato dalla trattativa, molti pensano che il Pd non possa reggere la posizione di 'affossatore' della riforma elettorale di fronte all'opinione pubblica, tanto più con il capo dello Stato che continua a fare pressione, in privato e pubblicamente. Il rischio che si apra un dibattito nel partito esiste. Fioroni dice pubblicamente che "con Monti in campo cambia lo scenario", i 'montiani' Pd si faranno sentire. Senza contare che un cambio di legge elettorale, secondo molti dirigenti Pd, spingerebbe Vendola a sfilarsi. Senza contare che a qualche parlamentare Pd è arrivata voce che Pier Ferdinando Casini starebbe insistendo con il presidente del Consiglio per farsi autorizzare a mettere il nome 'Monti' nel simbolo della lista. Ma il segretario sembra orientato per ora a provare a fare muro, per bloccare quello sembra l'ultimo argine contro il progetto neocentrista.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari