sabato 03 dicembre | 13:04
pubblicato il 11/gen/2013 10:38

Pd: Bersani, Monti ancora non mi ha spiegato da che parte sta

(ASCA) - Roma, 11 gen - ''Mi spiace che (Monti) non abbia riflettuto sulla possibilita', in Lombardia di dare una mano a una candidatura civica. Certo ognuno fa le sue scelte. Ma io ancora la risposta con chi sta non ce l'ho''. E' quanto ha affermato il segretario del Pd, Pierluigi Bersani durante la trasmissione Radio Anch'io su Radiorai1 nel corso delle quale ha anche contestato la fondatezza dell'affermazione che non esistano piu' destra e sinistra: ''Basta pensare all'Europa e li' - ha chiesto Bersani - dove ti siedi?''.

''Chi dice che non c'e' piu' destra e sinistra, e lo sento dire da diversi lati, da lati moderati e centrali: chi dice cosi' - ha commentato Bersani - ha di fronte a se un formidabile problema: in Europa, lo si chiami pure centrodestra e centrosinistra, esiste questo elemento di campo. Esiste anche negli Stati Uniti e in altre parti del mondo. Quindi chi sostiene queste cose non puo' sottrarsi alla domanda 'tu in Europa, per esempio, con chi ti metteresti?'. Ti metti dove e' seduto Berlusconi, dove e' seduto Orban? Sara' legittimo fare questa domanda''.

''Dopodiche' - ha aggiunto - e' naturale che queste diverse forze e aree competano cercando di non perdere la propria visione e il proprio radicamento ma anche di allrgare la propria influenza. C'e' poi da considerare che l'area di mezzo e' sempre stata elettoralmente un'area di contesa. Io aggiungo la considerazione che la politica e' un fatto gravitazionale, non e' una coperta piu' lunga o piu' corta che uno tira da una parte o dall'altra e se vai nel mezzo ti scopri a sinistra, no, se hai un progetto attiri da tutte le parti. Tanto e' vero che nelle candidatura che ho presentato ho preso volentieri con noi dei sindacalisti, l'ex direttore di Confindustria, una figura storica della sinistra italiana come Mario Tronti, il direttore di Confcommercio: se qualcuno chiede cosa ci fanno tutti questi qui io rispondo che ho detto lavoro come priorita' e allora questo e' un obiettivo di tutti, che siano sindacalisti o industriali. Qui bisogna trovare il modo di dare lavoro, perche' il progetto e' questo''. min/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari