mercoledì 22 febbraio | 11:35
pubblicato il 03/mar/2014 14:33

Pd: area ex-Popolari a Cuperlo, non ci rappresenti piu'

(ASCA) - Roma, 3 mar 2014 - ''Con amicizia democratica, nel rinnovarti la nostra stima, ti comunichiamo che da oggi all'interno del PD non ci sentiamo piu' rappresentati da te e che agiremo sempre e soltanto con lo scopo di far crescere il partito plurale cui aspiriamo''. E' quanto scrive, a nome degli ex-Popolari del Pd, il deputato democratico Gero Grassi in chiusura di una lettera aperta a Gianni Cuperlo. Grassi si rivolge a Cuperlo ricordandogli che quando decise di porre la sua ''candidatura a Segretario nazionale Pd'' gli ex-Popolari dissero di essere ''interessati a costruire un'area riformista interna al PD, capace di durare al di la' di una stagione congressuale''. ''Aggiunsi - si legge nella missiva - che l'Area da noi immaginata e' un'Area plurale, laica e cattolica, con una idea di societa' e di partito adeguata al tempo che viviamo.

Un'Area che, richiamandosi ai valori del solidarismo e della persona, tenta di dare voce a quanti spesso in una societa' distratta dal solo avere e dall'apparire, vogliono essere cittadini attenti alle periferie umane della societa' per tenere sempre al centro di ogni politica non l'economia, ma la persona. Un'Area che, pur consapevole che il Congresso lo avrebbe vinto Matteo Renzi, anche al fine di aiutarlo nella creazione di un partito plurale, fosse in grado di superare lo steccato di autosufficienza culturale e gestionale della esperienza delle segreterie precedenti. Un'Area che sceglieva di sostenere un candidato bravo come te, ma non riconducibile alla propria tradizione politica''.Tutto questo al fine di assicurare al Partito Democratico un partito ed una dirigenza plurale''. Quindi Grassi prosegue: ''Partita la stagione congressuale siamo intervenuti a tutte le riunioni, sia quelle programmatiche, che quelle politico-organizzative. Una sequenza di incontri nel corso dei quali tu sei sempre stato molto bravo sul piano della esposizione culturale, meno in quella della rappresentanza plurale che spesso si e' risolta in una mediazione all'interno delle diverse sensibilita' degli ex DS. L'idea che il congresso fosse perso ha portato le sensibilita' della sinistra interna a difendere la propria presenza e basta, senza preoccuparsi di immaginare che scopo della politica non e' solo gestire il presente, ma organizzare il futuro e creare la speranza di un domani migliore. L'obiettivo reale del Congresso per la parte che rappresentavi e' stato perpetuare la rappresentanza della sola sinistra, rinunciando ad ogni pluralita'''. ''Siamo cosi' giunti alla crisi del Governo Letta e alla fiducia del Governo Renzi - continua il deputato del Pd - .

Nella gestione delle fasi che hanno portato alla composizione del Governo ancora una volta unico scopo e' stato quello di mediare all'interno di sensibilita' provenienti dalla sinistra del partito, rappresentando solo questa parte del PD. Purtroppo hai proseguito in uno stile decisionale autoreferenziale e leaderistico non sentendo mai la necessita' di un confronto con noi. Noi abbiamo il dovere, poiche' crediamo in un partito plurale, di difendere il patrimonio ideale del cattolicesimo democratico e di evitare derive plebiscitarie''. ''Si tratta di essere e non di avere da un lato - scrive infine Grassi prima della chiusura -, ma si tratta anche di dare alla politica l'immagine concreta e non solo la sensazione di un'arte umana tendente a risolvere i problemi delle persone, tutte, senza distinzioni ricordando maggiormente chi ha meno, a svantaggio di chi ha di piu'''. com-sgr/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%