martedì 17 gennaio | 08:17
pubblicato il 24/lug/2013 14:14

Partiti: Grasso, riduzione costi serve ed e' nuovo patto con cittadini

Partiti: Grasso, riduzione costi serve ed e' nuovo patto con cittadini

(ASCA) - Roma, 24 lug - La riduzione dei costi della politica ''ha un valore economico, senza dubbio, ma soprattutto ha un valore simbolico non piu' rinviabile. Significa stringere di nuovo un patto con i cittadini, mostrare la consapevolezza della gravita' della situazione economica. Non possiamo continuare a chiedere sacrifici ai cittadini e non dare noi per primi l'esempio''. Lo afferma il presidente del Senato Pietro Grasso nel corso della cerimonia del Ventaglio.

Sui costi della politica, rileva Grasso, ''e' gia' in discussione un disegno di legge che prevede di ripensare il finanziamento pubblico ai partiti, e che ieri il Governo ha inteso salvaguardare dai troppi emendamenti in senso opposto.

Enrico Letta ha promesso che non si faranno passi indietro, il ministro Quagliarello che il Governo non intende rinviare ulteriormente una modifica alle norme attuali. Mi sembrano segnali importanti''.

Il presidente del Senato ricorda poi come lui stesso abbia affrontato il tema della riduzione dei costi. ''Nel mio piccolo - dice Grasso - ho cercato di dare l'esempio: all'indomani della mia elezione a Presidente ho ridotto della meta' il mio compeso e il budget per il gabinetto del presidente, con un risparmio annuo netto di 860 mila euro l'anno. Successivamente siamo intervenuti sul consiglio di presidenza e i presidenti di commissioni, con un risparmio di 4 milioni e 600 mila euro annui, il collegio dei questori ha proceduto sulla strada della dematerializzazione degli atti parlamentari riducendo di tre quarti le stampe e risparmiando altri 2 milioni e 100 mila euro. Soprattutto - sottolinea - abbiamo avviato il confronto su una serie di misure di razionalizzazione e contenimento delle spese, a partire dalla proroga del blocco automatico delle retribuzioni del personale, dal taglio delle indennita' di ufficio, dal blocco del turn over, da nuove tabelle retributive per i nuovi assunti e dall'integrazione di alcuni servizi con la Camera dei Deputati''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello