martedì 17 gennaio | 08:35
pubblicato il 10/apr/2012 05:10

Partiti/ Alfano-Bersani-Casini accelerano: Subito nuove norme

Pronte mercoledì. Pdl: Fare presto, legislativa in commissione

Partiti/ Alfano-Bersani-Casini accelerano: Subito nuove norme

Roma, 10 apr. (askanews) - La slavina giudiziaria che ha travolto la Lega nord ha prodotto una accelerazione ai vertici della maggioranza Pdl-Pd-Udc che sostiene il Governo: sotto la minaccia di un futuro referendum contro il finanziamento pubblico i tre leader Abc corrono ai ripari. Con un giro di telefonate Angelino Alfano, Pier Luigi Bersani e Pier Ferdinando Casini concordano un 'blitz' che porterà alla presentazione di una serie di proposte di riforma sulla trasparenza e i bilanci entro mercoledì, che verranno presentate alle altre forze politiche giovedì prossimo. Le norme in preparazione, spiega una fonte del Pd, rispecchiano le proposte già emerse nei giorni scorsi e caldeggiate con particolare convinzione dall'Udc: la certificazione dei bilanci, il controllo su di essi da parte della Corte dei Conti, l'obbligo della pubblicazione su Internet dei resoconti finanziari dei partiti, l'abbassamento (probabilmente fino a 5mila euro) della soglia per le donazioni anonime alle formazioni politiche. Infine, sanzioni crescenti per i partiti che non rispetteranno i criteri indicati dalla legge. "I tre leader - si legge nel comunicato congiunto concordato dai vertici dei tre partiti - hanno dato incarico ai loro rappresentanti di predisporre, entro mercoledì prossimo, alcune prime norme urgenti per il controllo e la trasparenza del finanziamento ai partiti. Nella giornata di giovedì, le norme potranno essere presentate alle altre forze parlamentari per una comune valutazione. Negli stessi giorni, si verificherà il percorso di approvazione più efficace e rapido". Maurizio Gasparri e Fabrizio Cicchitto, i due capigruppo parlamentari del Pdl, cercano di rivendicare, in qualche modo, il protagonismo del loro partito, dopo aver stoppato l'ipotesi di un intervento del Governo sulla materia: "Il Pdl proporrà - annunciano - di procedere in commissione in sede legislativa, per garantire tempi rapidi sia alla Camera che al Senato". Ma l'altro azzurro Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, non esclude che se ci fosse un accordo largo fra le forze politiche, "la formula del decreto legge, anche se irrituale, potrebbe essere accettata, l'importante - ammonisce - è far presto". E se non si farà presto, pare quasi intervenire per ricordarlo a tutti felice Belisario, presidente dei senatori dell'Idv, "ci penseranno gli italiani a cancellare la vergogna dei rimborsi elettorali", con il referendum per il quale Antonio Di Pietro e i suoi raccoglieranno le firme. Si fa sentire anche Emma Bonino: il tema è un antico cavallo di battaglia dei radicali. "Bisogna azzerare, ricominciare da capo", dice ai microfoni di Sky Tg24. "Sono d'accordo - aggiunge - al finanziamento in servizi e non in soldi ai partiti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello