mercoledì 07 dicembre | 18:20
pubblicato il 07/mag/2014 11:58

Parlamento: Romani-Brunetta, sconcerto per decisioni su Ufficio bilancio

Parlamento: Romani-Brunetta, sconcerto per decisioni su Ufficio bilancio

(ASCA) - Roma, 7 mag 2014 - ''Siamo costretti, nostro malgrado, ad esprimere tutto lo sconcerto e la piu' ferma condanna per le decisioni assunte dalle SSLL nel giungere alla costituzione dell'Ufficio parlamentare del bilancio. Si e' trattato di una scelta improvvida che configura la piu' brutale lottizzazione partitica e nega al nuovo Organismo autorevolezza ed indipendenza. Agendo nel modo indicato, si e' trasformato una Authority in un organismo governativo, posto al servizio di una maggioranza parlamentare pro-tempore''. E' quanto scrivono i capigruppo di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani, in una lettera alla presidente della Camera, Laura Boldrini, e al presidente del Senato, Pietro Grasso. ''Quella scelta mortifica, innanzitutto, l'intenso lavoro svolto dalle Commissioni Bilancio della Camera e del Senato.

Ci sono volute diverse sedute per giungere all'individuazione dei componenti la shortlist, da sottoporre, in un secondo momento, alle valutazioni delle SSLL. Si e' trattato di uno sforzo teso alla ricerca di un comune denominatore, che superasse le logiche di schieramento, come del resto previsto dalla legge 243 del 2012, la quale, prefigurando appunto un voto a maggioranza dei due terzi dei componenti le due Commissioni, obbligava ad uno sforzo di convergenza, che le Commissioni hanno saputo onorare''. ''Contro questo lavoro, invece, le SSLL hanno deciso in uno spazio temporale brevissimo, senza consultazione alcuna, in un Parlamento ormai deserto a causa dell'imminente chiusura per il ponte del 1* maggio. In un orario tale da garantire il blackout informativo. Ancora piu' grave appare quella decisione in relazione alle norme sostanziali ch'erano state poste, non solo dalle leggi italiane ma degli stessi Trattati internazionali, a presidio dell'indipendenza di un Organismo che deve mostrare non solo autorevolezza, ma fairness nei confronti di tutti i suoi possibili interlocutori nazionali ed internazionali''. ''In quest'elemento di garanzia doveva esercitarsi l'alta funzione che la Costituzione italiana, cosi' come interpretata dai Regolamenti parlamentari, attribuisce alle piu' alte cariche delle due Camere. Entrambi avrebbero dovuto correggere l'eventuale devianza, qualora si fosse manifestata, nei lavori istruttori; apportando semmai le necessarie modifiche alle decisioni assunte nel segno di un maggior garantismo. Si e' invece verificato l'esatto contrario. Partigiani non si sono dimostrate le due Commissioni parlamentari, ma i Presidenti dei due rami del Parlamento''. ''Non sara' senza conseguenze. Nelle nuove condizioni, il presidio di indipendenza resta affidato alle mani dei due Servizi bilancio di Camera e Senato, che non potranno essere smantellati. Non solo ci opporremo ad ogni decisione in senso contrario, ma continueremo a difendere la loro indipendenza di giudizio contro attacchi ingiustificati, collocati al di fuori delle regole parlamentari, come avvenuto recentemente ad opera del Presidente del consiglio. Nei confronti del quale si sarebbe dovuta levare alta, come sempre e' avvenuto in passato, la voce dei due Presidenti di Camera e Senato, in difesa dell'autonomia e del prestigio del Parlamento''. ''Ma forse e' chiedere troppo vista la deriva istituzionale, cui le istituzioni rischiano di essere lasciate andare al di fuori di ogni bilanciamento democratico. Questi temi, tuttavia, non saranno abbandonati.

Troppe volte la maggioranza del momento ha scommesso sulla sua eterna permanenza al potere. Salvo poi cadere nella piu' nera delusione. Sara' ancora una volta cosi'. Nel frattempo, tuttavia, questo e' il rammarico, le nostre Istituzioni avranno subi'to un'ulteriore perdita di credibilita''', concludono Brunetta e Romani. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni