lunedì 27 febbraio | 07:42
pubblicato il 01/set/2014 14:56

Parlamento riapre dopo vacanze, si riparte da job act e riforme

Partenza in sordina per le commissioni,da mercoledi' tocca ad aula (ASCA) - Roma, 1 set 2014 - Riprendono dopo la pausa estiva i lavori del Parlamento, che si dovra' esprimere nei prossimi mesi su provvedimenti impegnativi come la riforma del Senato, l'Italicum e il Jobs act.

Alla Camera si sono riunite oggi le commissioni Difesa e Affari esteri per esaminare il dl per la proroga delle missioni internazionali, atteso in Aula il prossimo giovedi', 4 settembre, data della prima convocazione. Martedi' 9 settembre avra' invece luogo la conferenza dei capigruppo di Montecitorio per predisporre il calendario dei lavori per il mese corrente e, in particolare, della riforma del Senato, che, secondo l'auspicio della presidente Laura Boldrini, dovrebbe essere esaminata dall'Aula a fine ottobre. L'apertura del ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, a nuove modifiche rispetto al testo licenziato da palazzo Madama, potrebbe pero' comportare tempi piu' lunghi in commissione.

In Senato la commissione Affari costituzionali affrontera' mercoledi' il disegno di legge per il riordino della Pubblica Amministrazione, mentre da giovedi' ripartira' la discussione sul Jobs act in commissione Lavoro. Discussione che si preannuncia impegnativa, vista anche la riapertura del capitolo che riguarda la riforma dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori.

L'assemblea di Palazzo Madama e' invece convocata per mercoledi' 3 settembre, quando dovra' esaminare le ratifiche di accordi internazionali definite dalla commissione Esteri.

Sara' sempre il Senato che dovra' affrontare, nell'autunno che si avvicina, la riforma della legge elettorale, ma per entrambi i rami del Parlamento gli impegni sono destinati a moltiplicarsi tanto da rischiare l'ingorgo: arriveranno sui banchi delle commissioni la riforma della giustizia come anche tutti i provvediementi approvati dal Consiglio dei ministri dello scorso venerdi' ed entro il 15 ottobre il governo presentera' alle Camere la legge di stabilita' che dovra' essere approvata entro il 31 dicembre.

Sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech