sabato 21 gennaio | 23:43
pubblicato il 10/dic/2011 13:34

Papa:L'economia e i mercati rispettino solidarietà e correttezza

Tutela diritti persona e bene comune stelle polari cooperazione

Papa:L'economia e i mercati rispettino solidarietà e correttezza

Roma, 10 dic. (askanews) - "L'economia e il mercato non siano mai disgiunti dalla solidarietà". Così come bisogna saper "coniugare i risultati positivi con un agire sempre eticamente corretto". E' il monito che Papa Benedettio XVI ha rivolto alle delegazioni della Confederazione delle cooperative italiane e della Federazione italiana delle banche di credito cooperativo, ricevute oggi in udienza, guidate dai rispettivi presidenti Luigi Marino e Alessandro Azzi. "Ciò che ha spinto gli aderenti ad associarsi in organizzazioni di tipo cooperativistico, spesso con l'apporto determinante dei sacerdoti - ha ricordato il Pontefice- è stata non solo un'esigenza di ordine economico, ma anche il desiderio di vivere un'esperienza di unità e di solidarietà, che portasse al superamento delle differenze economiche e dei conflitti sociali tra i diversi gruppi". E "proprio nell'impegno di comporre armonicamente la dimensione individuale e quella comunitaria - ha sottolineato Papa Ratzinger- risiede il fulcro dell'esperienza cooperativistica, espressione concreta della complementarietà e della sussidiarietà che la Dottrina sociale della Chiesa da sempre promuove fra la persona e lo Stato" ed "è l'equilibrio fra la tutela dei diritti del singolo e la promozione del bene comune, nello sforzo di sviluppare un'economia locale che risponda sempre meglio alle esigenze della collettività". "Ugualmente - ha detto ancora il Papa- anche sul piano etico, essa si caratterizza per una marcata sensibilità solidale, pur nel rispetto della giusta autonomia del singolo. Tale sensibilità è importante perché favorisce la valorizzazione dei legami tra realtà cooperative e territorio per un rilancio dell'economia reale, che abbia come motore l'autentico sviluppo della persona umana e sappia coniugare risultati positivi con un agire sempre eticamente corretto. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che anche nel campo dell'economia e della finanza 'retta intenzione, trasparenza e ricerca dei buoni risultati - ha ammonito ricordando le parole della sua Enciclica 'Caritas in veritate'- sono compatibili e non devono mai essere disgiunti". E "in una stagione di grandi cambiamenti, di persistente precarietà economica, di difficoltà nel mondo del lavoro, la Chiesa - ha avvertito il Pontefice- sente di dover annunciare con nuovo vigore il Messaggio di Cristo, con la forza di umanizzazione e la carica di speranza per il futuro che contiene". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4