venerdì 24 febbraio | 05:29
pubblicato il 31/gen/2014 12:00

Papa raccomanda "vicinanza e misericordia" a vescovi austriaci

Parlano di divorziati risposati, abbandoni di Chiesa e Ratzinger

Papa raccomanda "vicinanza e misericordia" a vescovi austriaci

Città del Vaticano, 31 gen. (askanews) - Papa Francesco ha raccomandato "vicinanza e misericordia" ai vescovi austriaci ricevuti nel corso della loro visita "ad limina apostolorum". Con loro Bergoglio ha parlato, a quanto hanno riferito gli stessi presuli, di questioni come i divorziati risposati e la fuoriuscita di fedeli dalla Chiesa. Nessun esplicito riferimento, nelle parole dei vescovi austriaci, al movimento di disobbedienza di un consistente gruppo di preti che, fin dal pontificato di Benedetto XVI, chiedono riforme ecclesiali. Il Papa ha ringraziato i vescovi austriaci "per tutto chò che accade nella Chiesa austriaca", hanno riferito il cardiale Christoph Schoenborn, arcivescovo di Vienna e presidente della conferenza episcopale, e l'arcivescovo di Salisburgo Franz Lackner, in un colloquio con Kathpress. I colloqui si sono svolti in un clima "cordiale" e il Papa, nel corso dell'udienza avvenuta ieri, è stato "incoraggiante" e "costruttiva". Schoenborn, allievo di teologia di Joseph Ratzinger e recentemente nominato da Jorge Mario Bergoglio nella commissione di vigilanza dello Ior, ha detto di aver ringraziato il Papa "per la sua testimonianza che tocca così tante persone, tra le quali molti che hanno poco a che fare con la Chiesa". L'arcivescovo di Vienna ha anche ringraziato Bergoglio per la "profonda continuità con il pontificato di Papa Benedetto XVI, "che ha sempre parlato in modo forte e impressionante dell'amicizia di Gesù come l'essenza del cristianesimo". Il Papa, a quanto riportato da Schoenborn, ha detto ai vescovi austriaci: "Avete tutti molto lavoro, ma vi prego di non dimenticare di pregare, questo è il vostro primo lavoro". Schoenborn ha anche elogiato la "buona e cordiale atmosfera" che si respira tra i collaboratori del Papa: "C'è un clima di fiducia reciproca e di ascolto reciproco e si guarda insieme la situazione della società e della Chiesa". Il nuovo vescovo di Salisburgo, mons. Franz Lackner, francescano, da parte sua ha riferito di aver chiesto al Papa un "leitmotiv" per il proprio nuovo incarico": "Lui - ha raccontato alla Radio vaticana tedesca - ci ha riflettuto e poi mi ha detto due parole, in italiano: vicinanza e misericordia. Le ha spiegate entrambe. Vicinanza: i vescovi devono avere l'odore delle pecore, accompagnare il popolo. E misericordia: non lassismo, non rigorismo, ma accompagnare passo passo le persone, essere amici delle persone e condividere i dolori". Il Papa, ha detto Lackner, conosce la situazione della Chiesa in Austria: "Abbiamo anche parlato del fatto che molte persone lasciano la Chiesa. Ha ascoltato attentamente e si percepiva che la cosa gli faceva male". Quanto alla situazione dei divorziati risposati, ha detto il vescovo a Kathpress, il Papa ha mostrato "grande comprensione" sul tema ed ha fatto riferimento al fatto che del tema si occuperà il sinodo dei vescovi. Il vescovo ha riferito di aver chiesto al Papa anche una benedizione per la squadra di sci in patenza per le olimpiadi di Sochi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech