martedì 21 febbraio | 00:21
pubblicato il 11/feb/2013 14:37

Papa: prima di Benedetto XVI il 'gran rifiuto' di Celestino V

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 11 feb - Le dimissioni di Benedetto XVI non hanno precedenti nella storia recente della Chiesa. Per trovare un altro papa dimissionario si deve risalire a Celestino V detto Pietro del Morrone (Molise, fra il 1209 ed il 1215 - Fumone, 19 maggio 1296). Fu il 192* papa della Chiesa cattolica dal 29 agosto al 13 dicembre 1294.

Pietro da Morrone, sacerdote, condusse vita eremitica.

Diede vita all'Ordine dei ''Fratelli dello Spirito Santo'' (denominati poi ''Celestini ''), approvato da Urbano IV, e fondo' vari eremi. Eletto papa quasi ottantenne, dopo due anni di conclave, prese il nome di Celestino V e, uomo santo e pio, si trovo' di fronte ad interessi politici ed economici e a ingerenze anche di Carlo d'Angio'. Accortosi delle manovre legate alla sua persona, rinunzio' alla carica, morendo poco dopo in isolamento nel castello di Fumone.

Celestino V e' oggi famoso per il giudizio di Dante che lo defini' come ''colui che per viltade fece il gran rifiuto''.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia