lunedì 16 gennaio | 16:45
pubblicato il 12/giu/2013 12:00

Papa: Preghiamo per coloro con i quali siamo arrabbiati

Quante "guerre" anche nel popolo di Dio, per "invidia o gelosia"

Papa: Preghiamo per coloro con i quali siamo arrabbiati

Città del Vaticano, 12 giu. (askanews) - "Facciamo una cosa oggi: forse tutti abbiamo simpatie e non simpatie e forse tanti di noi siamo un po' arrabbiati con alcuni. Diciamo al Signore: io sono arrabbiato e ti prego per lui e per lei. Preghiamo per quelli con i quali siamo arrabbiati, oggi!". Così il Papa nella catechesi dell'odierna udienza generale in piazza San Pietro. "Quando noi guardiamo sui giornali o sulla tv ci sono tante guerre fra cristiani: ma come ci può capitare questo?", ha domandato il Papa parlando a braccio. "Quante guerre" ci sono "anche dentro il popolo di Dio, nei quartieri, nel popolo di Dio" e "per invidia, gelosia", accadono "guerre interne", "anche nella stessa famiglia". Invce, "dobbiamo chiedere al Signore che ci faccia capire questa legge dell'amore: quanto è bello amarci l'uno l'altro come fratelli veri, che bello!".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow