martedì 06 dicembre | 11:47
pubblicato il 23/set/2014 12:00

Papa: piu' impegno internazionale per rifugiati e contro tratta

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 23 set 2014 - Il tema delle migrazioni e di quanti sono costretti a trovare rifugio in altri paesi perche' perseguitati deve essere affrontato con un piu' forte e rinnovato impegno da parte della comunita' internazionale che deve incentivare la lotta contro ''il vergognoso e criminale traffico di esseri umani''. Lo scrive papa Francesco nel suo Messaggio in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato che torna ad indicare la strada della ''globalizzazione della carita' e della cooperazione, in modo da umanizzare le condizioni dei migranti''. ''Nel medesimo tempo, occorre intensificare gli sforzi per creare le condizioni atte a garantire - scrive ancora il Papa - una progressiva diminuzione delle ragioni che spingono interi popoli a lasciare la loro terra natale a motivo di guerre e carestie, spesso l'una causa delle altre''.

I movimenti migratori oggi, nota papa Bergoglio, ''hanno assunto tali dimensioni che solo una sistematica e fattiva collaborazione che coinvolga gli Stati e le Organizzazioni internazionali puo' essere in grado di regolarli efficacemente e di gestirli''. Un tema, quello delle migrazioni che ''interpella tutti, non solo a causa dell'entita' del fenomeno, ma anche (e qui Bergoglio cita papa Ratzinger, ndr) per le problematiche sociali, economiche, politiche, culturali e religiose che sollevano, per le sfide drammatiche che pongono alle comunita' nazionali e a quella internazionale''.

Nonostante gli impegni profusi dagli organismi e dalle istituzioni a livello internazionale, nazionale e locale, secondo papa Francesco, ''e' necessaria un'azione piu' incisiva ed efficace, che si avvalga di una rete universale di collaborazione, fondata sulla tutela della dignita' e della centralita' di ogni persona umana''. In questo modo, conclude il Papa, sara' anche ''piu' incisiva la lotta contro il vergognoso e criminale traffico di esseri umani, contro la violazione dei diritti fondamentali, contro tutte le forme di violenza, di sopraffazione e di riduzione in schiavitu'.

Lavorare insieme, pero', richiede reciprocita' e sinergia, con disponibilita' e fiducia''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari