sabato 03 dicembre | 22:48
pubblicato il 10/set/2014 10:38

Papa: ognuno di noi puo' fare errori di chi finisce in carcere

"Lui non e' piu' cattivo di te o di me" (ASCA) - Citta' del Vaticano, 10 set 2014 - Ognuno puo' fare gli stessi errori di chi finisce in carcere. Lo ha detto Papa Francesco spiegando, nel corso dell'udienza generale in piazza San Pietro, il dettame evanglico di visitare i carcerati.

"La madre Chiesa insegna a stare vicino a chi e' in carcere", ha detto Jorge Mario Bergoglio, che ha dedicato la catechesi alla misericordia insegnata dalla Chiesa. "Ma padre, e' gente pericoloso, e' gente cattiva...", e' l'obiezione di un fedele immaginata dal Papa: "Ma ognuno di noi - ha proseguito il pontefice argentino rispondendo a questa obiezione - e' capace di fare lo stesso che ha fatto quell'uomo o quella donna che sta in carcere! Tutti abbiamo la capacita' di peccare, di sbagliare: lui non e' piu' cattivo di te o di me. La misericordia di madre Chiesa supera ogni muro, ogni barriera, e ti porta a cercare sempre il volto dell'uomo, della persona. Ed e' la misericordia che cambia il cuore e la vita, che puo' rigenerare una persona e permetterle di inserirsi in modo nuovo nella societa'".

Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari