martedì 24 gennaio | 06:50
pubblicato il 19/mar/2013 12:00

Papa/ Oggi si insedia Francesco, messa imponente ma 'semplice'

Centinaia di migliaia di fedeli, 132 leader, patriarca ecumenico

Papa/ Oggi si insedia Francesco, messa imponente ma 'semplice'

Città del Vaticano, 19 mar. (askanews) - Centinaia di migliaia di fedeli previsti, mass media di tutto il mondo, 132 tra capi di Stato e di Governo, principi e sovrani, ambasciatori e ministri, e poi cardinali, patriarchi, rabbini, imam. La messa di inaugurazione del ministero petrino del vescovo di Roma - un tempo si chiamava "messa di intronizzazione" per sottolineare la maestà - può essere regale. Oppure piuttosto semplice, come dovrebbe essere quella presieduta stamani da Papa Francesco per avviare il suo Pontificato. Il Vangelo sarà "cantato in greco".Concelebreranno solo due sacerdoti, il generale dei francescani José Rodriguez Carballo e il generale dei gesuiti Adolfo Nicolas. L'omelia sarà tenuta in italiano. Alla messa saranno presenti la presidente di Argentina Cristina Kirchner e poi i presidenti di Brasile (Dima Roussef), Messico (Enrique Pena Nieto) e Cile (Sebastian Pinera). La delegazione italiana che assisterà alla messa di inaugurazione di Papa Francesco, è guidata dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, accompagnato dalla consorte, signore Clio, ed è comporta da 16 persone. Tra di esse, il presidente del consiglio Mario Monti e la consorte, signora Elsa, e i nuovi presidenti di Senato e Camera, Piero Grasso e Laura Boldrini. Sono previste delegazioni di 132 tra paesi (sovrani, capi di Stato, capi di Governo o ministri) e organizzazioni internazionali. I capi di Stato previsti sono 31 (oltre ai latino-americani, Lombardi ha citato Italia, Polonia e Portogallo). Inoltre, tra gli altri, il vicepresidente Usa Joe Biden, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il premier francese Jean-Marc Ayrault. Tra gli altri, presenti il ministro degli Esteri iraniano, il principe Felipe di Borbone e Letizia, due 'first ladies' (o meglio, 'prima dama'), Vanda Pignato per El Salvador e Candida Montilla de Medina per la Repubblica Dominicana. Molti esponenti ebrei, ma anche protestanti, anglicani, musulmani, buddhisti, sikh, jain, indù. Nessun esponente dalla Cina.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4