sabato 03 dicembre | 18:52
pubblicato il 08/mag/2014 12:00

Papa: non dimenticare tragedia di martiri armeni del XX secolo

Udienza a Karekin II, Patriarca Supremo e Catholicos degli Armeni

Papa: non dimenticare tragedia di martiri armeni del XX secolo

Città del Vaticano, 8 mag. (askanews) - La "testimonianza, tragica e alta insieme" del popolo armeno, che nel "secolo scorso" ha avuto numerosi "martiri", "non deve essere dimenticata". Così Papa Francesco nell'udienza concessa stamane a Sua Santità Karekin II, Patriarca Supremo e Catholicos di tutti gli Armeni. "Benedico con voi il Signore, perché i legami della Chiesa Apostolica Armena con la Chiesa di Roma si sono consolidati negli ultimi anni, grazie anche ad avvenimenti che rimangono scolpiti nella nostra memoria, quali il viaggio del mio santo Predecessore Giovanni Paolo II in Armenia, nel 2001, e la gradita presenza di Vostra Santità in Vaticano per numerose occasioni di speciale rilievo, tra cui la visita ufficiale a Papa Benedetto XVI nel 2008, e la celebrazione di inizio del mio ministero di Vescovo di Roma, lo scorso anno", ha detto Jorge Mario Bergoglio. "Ma qui - ha proseguito - vorrei ricordare un'altra celebrazione, densa di significato, alla quale Vostra Santità prese parte: la Commemorazione dei Testimoni della fede del XX secolo, che ebbe luogo nel contesto del Grande Giubileo del 2000. In verità, il numero dei discepoli che hanno sparso il loro sangue per Cristo nelle tragiche vicende del secolo scorso è certamente superiore a quello dei martiri dei primi secoli, e in questo martirologio i figli della nazione armena hanno un posto d'onore. Il mistero della croce, così caro alla memoria del vostro popolo, rappresentato nelle splendide croci in pietra che adornano ogni angolo della vostra terra, è stato vissuto da innumerevoli vostri figli come diretta partecipazione al calice della Passione", ha detto il Papa senza citare il delicato termine "genocidio". "La loro testimonianza, tragica e alta insieme, non deve essere dimenticata". Nel corso dell'incontro, dopo il colloquio privato, Sua Santità Karekin II e Papa Francesco hanno pronunciato i rispettivi discorsi, seguiti dallo scambio dei doni. Infine, nella Cappella Redemptoris Mater, ha luogo un momento di preghiera in comune.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari