giovedì 08 dicembre | 00:13
pubblicato il 20/feb/2014 12:00

Papa: no a società del rifiuto, anziani e malati non sono scarti

Francesco ad Accademia vita: "Lottare contro esclusione sociale"

Papa: no a società del rifiuto, anziani e malati non sono scarti

Città del Vaticano, 20 feb. (askanews) - "La pienezza a cui tende ogni vita umana non è in contraddizione con una condizione di malattia e di sofferenza. Pertanto, la mancanza di salute e la disabilità non sono mai una buona ragione per escludere o, peggio, per eliminare una persona". E "la più grave privazione che le persone anziane subiscono non è l'indebolimento dell'organismo e la disabilità che ne può conseguire ma l'abbandono, l'esclusione, la privazione di amore". Lo ha sottolineato, fra l'altro Papa Francesco, in un messaggio inviato ai partecipanti all'Assemblea generale della Pontificia Accademia per la Vita, in occasione del ventennale della sua istituzione, dedicata alla riflessione su 'Invecchiamento e disabilità'. Ovvero "un tema di grande attualità, che sta molto a cuore alla Chiesa", ha evidenziato. "Nelle nostre società - ha detto ancora il Papa - si riscontra il dominio tirannico di una logica economica che esclude e a volte uccide, e di cui oggi moltissimi sono vittime, a partire dai nostri anziani. Abbiamo dato inizio alla cultura dello scarto che, addirittura, viene promossa. Non si tratta piu semplicemente del fenomeno dello sfruttamento e dell'oppressione, ma di qualcosa di nuovo: con l'esclusione resta colpita, nella sua stessa radice, l'appartenenza alla società in cui si vive, dal momento che in essa non si sta nei bassifondi, nella periferia, o senza potere, bensi si sta fuori. Gli esclusi non sono sfruttati ma rifiuti. Di contro, "maestra di accoglienza e solidarieta è la famiglia" perchè "è in seno alla famiglia che l'educazione attinge in maniera sostanziale alle relazioni di solidarietà". Ed "è lì che il prendersi cura diventa un fondamento dell'esistenza umana e un atteggiamento morale da promuovere, attraverso i valori dell'impegno e della solidarieta". E dunque "la testimonianza della famiglia diventa cruciale dinanzi a tutta la societa nel riconfermare l'importanza della persona anziana come soggetto di una comunita, che ha una sua missione da compiere, e solo apparentemente riceve senza nulla offrire". "Ogni volta che cerchiamo di leggere nella realtà attuale i segni dei tempi - ha quindi concluso Francesco - è opportuno ascoltare i giovani e gli anziani. Entrambi sono la speranza dei popoli. Gli anziani apportano la memoria e la saggezza dell fesperienza, che invita a non ripetere stupidamente gli stessi errori del passato. Una società e veramente accogliente nei confronti della vita quando riconosce che essa e preziosa anche nell'anzianità, nella disabilità, nella malattia grave e persino quando si sta spegnendo. Quando insegna che la chiamata alla realizzazione umana non esclude la sofferenza, anzi, insegna a vedere nella persona malata e sofferente un dono per l'intera comunità, una presenza che chiama alla solidarieta e alla responsabilita. E questo il Vangelo della vita che, attraverso la vostra competenza scientifica e professionale e sostenuti dalla grazia, siete chiamati a diffondere".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni